faCCebook.eu - blog di denuncia: il mostro del giorno
Il mostro di Martedì 02 Ottobre 2012
Napoli, l'interpretazione del semaforo rosso? Una spia sociale
 
 
Perchè questo mostro è stato proposto?

A Napoli alcuni semafori non vengono rispettati ed il rosso è considerato un optional. Leggenda metropolitana? Purtroppo no. E non c'è nulla di divertente, anzi questi piccoli gesti quotidiani sono la spia di un forte disagio sociale. Ma è sempre possibile cambiare ...


Monster's Blog
Scritto da webmonster il 02/10/12
 

«Ma sei pazzo, perché hai frenato?» esclama lo spericolato motociclista che - per un pelo - non mi tampona. Eppure non ho commesso nessuna manovra azzardata, mi sono solo fermato al semaforo con il giallo, l'istante che precede il rosso, due secondi dopo il verde.

Sono sul corso Vittorio Emanuele, una strada perennemente intasata con negozi, scuole ed uffici sempre affollati e gli autobus che si divincolano tra due strette corsie da percorrere a velocità ridotta. Lo stress del traffico è mitigato da un panorama mozzafiato: il mare, le isole, Posillipo ... incantevole. Ogni volta che attraverso questa arteria penso: «chi abita quì dovrebbe pagare il doppio dell'IMU!»

Il segreto è passare prima dell'apertura delle scuole nei giorni in cui non piove; se una delle due condizioni viene meno, meglio trovarsi un'alternativa.

Oggi sono le 7,15 del mattino, il cielo è terso e - come volevasi dimostrare - corso Vittorio Emanuele risulta libero. Tutto liscio fino allo scampato pericolo, il motociclista inviperito mi guarda minaccioso, alza il braccio in segno di sfida, mi manda a quel paese e infine scatta veloce nemmeno fosse Valentino Rossi. Appunto, il semaforo è, nel mentre, diventato rosso: un dettaglio incurante per il folle centauro.

 

 

Guidare a Napoli richiede la conoscenza di alcune semplici regole (non scritte), soprattutto agli incroci.

Per esperienza diretta posso affermare che alcuni semafori vengono "interpretati", cioè non sempre si rispetta il rosso. In alcuni casi, lo stop viene considerato "un consiglio" piuttosto che un comando. Questo assunto tutela il napoletano dai facili incidenti: infatti, anche con il verde, l'automobilista partenopeo è diffidente. Prima di attraversare adagio il crocevia, indipendentemente dalla presenza del vigile o dal colore del semaforo, controlla sempre se giunge qualche sconsiderato dalle altre corsie.

Questo modus operandi metropolitano è il segnale palese di un forte disagio sociale: si è certi, infatti, della violazione di una semplice regola, la caducità del rosso è la spia del non rispetto del vivere civile, nessun rappresentante dello Stato a multare l'infrazione, le telecamere assenti ed i controlli inesistenti completano il quadro della maleducazione cittadina.

E così si sviluppa la naturale difesa immunitaria presente in ogni napoletano per bene, utile a combattere il virus che flagella quotidianamente la nostra città: l'ignoranza galoppante.

Tutti a chiedersi: come fermare questo «mostro» atavico?
Eppure la risposta è evidente: iniziamo a rispettare il rosso al semaforo.

 
[1209 letture]
 
 
Mostri categoria Società  Tutti i mostri di Ottobre
 Vedi tutti i mostri simili  Raccomanda questo mostro
 Segnala abuso  Persone on-line: 14
 

Il mostro di ieri
(01 Ottobre)

 

Il mostro di domani
(03 Ottobre)

 
 
Share |
 
 
 
Bacheca (nessun commento)

Non sono presenti commenti
(è possibile inviare commenti
solo per il mostro di oggi)
 
 
 
Mostri simili
 
  • 06 Giugno 2013: Legge elettorale, il dibattito tra la casalinga di Voghera ed il signor Rossi
    Commenti: 0
     
  • 20 Maggio 2013: Il tram veloce di Napoli: è giunto il tempo delle risposte?
    Commenti: 0
     
  • 12 Maggio 2013: Walter Mazzarri, il Fergurson napoletano
    Commenti: 1
     
  • 09 Maggio 2013: Enrico Letta e la scelta (sbagliata) del ritiro spirituale: perché non Rosarno?
    Commenti: 0
     
  • 16 Aprile 2013: America’s Cup a Napoli: i miei (secondi) scatti dal lungomare
    Commenti: 0
     
  • 15 Aprile 2013: America’s Cup a Napoli: i miei (primi) scatti dalla Villa Floridiana
    Commenti: 0
     
  • 09 Aprile 2013: Napoli, il miracolo della discarica trasformata in isola ecologica
    Commenti: 0
     
  • 02 Aprile 2013: Eremo dei Camaldoli di Napoli, i colori della primavera
    Commenti: 0
     
  • 01 Aprile 2013: Napolitano chiama Andreotti: serve l’undicesimo «saggio»
    Commenti: 0
     
  • 14 Marzo 2013: WhatsApp? Un’app senza spina dorsale
    Commenti: 0
     
  • 05 Marzo 2013: Napoli, la «guerra civile» brucia la Città della Scienza
    Commenti: 0
     
  • 26 Febbraio 2013: Ed ora? Napolitano prepara il «minestrone» da servire alla tavola degli italiani
    Commenti: 0
     
  • 12 Gennaio 2013: Marchisio: «Napoli, una squadra antipatica»
    Commenti: 0
     
  • 03 Gennaio 2013: MetroNapoli, viaggio nelle stazioni-museo
    Commenti: 0
     
  • 21 Dicembre 2012: Come respingere la tempesta di messaggini natalizi?
    Commenti: 0
     
  • 09 Dicembre 2012: Maggio, ridatemi Superbike il motorino del Napoli
    Commenti: 0
     
  • 28 Novembre 2012: Napoli penultima per qualità della vita? Un risultato straordinario
    Commenti: 4
     
  • 19 Novembre 2012: Napoli, la pulizia delle strade? Tocca alla pioggia
    Commenti: 0
     
  • 18 Novembre 2012: Napoli Milan, tifosi rossoneri influenzati?
    Commenti: 0
     
  • 04 Novembre 2012: Buonanno, Lega Nord: «A Napoli non pagano l'IMU»
    Commenti: 0
     
 

Parole più frequenti

Mondo chiuso arretata
poveri BLOG Napoli
padrone mia Italia
Berlusconi NATALE tutti
Festa mobbing Fuochi
Terra 2010 Politica
mostro cosa Vita
Beni Sei MOSTRI
contro pubblicitari oggi
151 Scampia ufficio
giorno completino lavoro
così Antonio Sabato
Perchè rifiuti TELEVISIONE
Socrate calcio Pitone

Newsletter Collabora Contatti FAQ Diario di bordo 
Seguici
Mario Monfrecola
webmonster
 

 



Risoluzione ottimale: 1152x864 Sito pensato, ideato e realizzato da Mario Monfrecola.
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest © 2005 by me.
PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.07 Secondi