faCCebook.eu - blog di denuncia: il mostro del giorno
Il mostro di Giovedì 11 Aprile 2013
Whatsapp, il carcere dei dati personali
 
 
Perchè questo mostro è stato proposto?

La licenza di Whatsapp è scaduta ed ora vorrei cancellare il mio account da questo servizio. Operazione impossibile da completare non riesco ad eliminare i miei dati personali dal server di questa famosa applicazione. A discapito della mia identità digitale ...


Monster's Blog
Scritto da webmonster il 11/04/13
 

La sfida con Whatsapp, il malefico software di messaggistica gratuita via smartphone, continua.
La licenza è scaduta ieri, 10 aprile, come promesso dopo il rinnovo gratuito annunciatomi lo scorso metà marzo ma ancora non riesco a liberarmi dalla prigione nella quale i miei dati sensibili sono caduti.

 

 

Da ventiquattro ore provo ad eliminare il mio account seguendo le FAQ ufficiali ma ottengo sempre lo stesso, irritante, falso messaggio: "Non è possibile collegarsi. Riprova più tardi". Un bottone invita a controllare la funzionalità dell'applicazione, clicco su Verifica Stato, si apre la pagina dell'account twitter senza risolvere il problema (ad oggi, l'ultimo tweet su questo canale risale al 20 dicembre 2012).

Potrei disinstallare l'app ma non otterrei il risultato desiderato.

Infatti, disinstallare il programma dallo smartphone non equivale a cancellare i dati personali dagli archivi di Whatsapp con la spiacevole conseguenza di risultare ancora registrato senza poter usufruire del servizio. Gli altri utenti continuerebbero ad inviarmi messaggi convinti che io usi ancora il software, chat che io non leggerò mai.

Se riuscissi ad annullare l'account, invece, potrei disinstallare sia l'app dallo smartphone ma soprattutto rimuovere i dati personali dagli archivi whatsapp con successiva sparizione del mio nominativo dalla rubrica di tutti i miei conoscenti che usano questa applicazione (diffusissima peraltro).

Nel mentre le alternative non mancano e mentre combatto per liberare i miei dati personali dal carcere-whatsapp provo Line.

Non abbassiamo la guardia, l'identità digitale va protetta: la distinzione tra disinstallazione e cancellazione dell'account è sottile ma fondamentale, questione di trasparenza e di rispetto verso gli utenti.

 
[1335 letture]
 
 
Mostri categoria Tecnologie  Tutti i mostri di Aprile
 Vedi tutti i mostri simili  Raccomanda questo mostro
 Segnala abuso  Persone on-line: 12
 

Il mostro di ieri
(10 Aprile)

 

Il mostro di domani
(12 Aprile)

 
 
Share |
 
 
 
Bacheca (2 commenti)
 
22:52

e vai, sono riuscito a cancellare il mio account da whatsapp! ora devo solo verificare se i miei amici vedono ancora il mio nominativo tra i contatti whatsapp. Presto nuovi aggiornamenti

 
14:57

nella pagina delle FAQ di whatsapp tra l'altro c'è scritto pure "Attualmente non siamo in grado di eliminare gli account al posto tuo". Il cerchio si chiude

 
 
 
Mostri simili
 
  • 14 Marzo 2013: WhatsApp? Un’app senza spina dorsale
    Commenti: 0
     
  • 22 Febbraio 2013: Sergio Zavoli, nato nel 1923 e candidato al Senato
    Commenti: 0
     
  • 17 Dicembre 2012: Ridate il carbone a Babbo Natale
    Commenti: 0
     
  • 09 Dicembre 2012: Maggio, ridatemi Superbike il motorino del Napoli
    Commenti: 0
     
  • 06 Dicembre 2012: Il prezzo di Whatsapp? Lo scoprirete dopo un anno (forse)
    Commenti: 0
     
  • 20 Marzo 2012: Enrico Mentana, il giornalista socialista (e raccomandato)
    Commenti: 7
     
  • 08 Febbraio 2012: Il gioco più antico al mondo (tramandato da padre in figlio)
    Commenti: 0
     
  • 16 Febbraio 2011: Ridateci il sole!
    Commenti: 0
     
  • 20 Dicembre 2010: L'Italia, una repubblica democratica fondata sui rifiuti
    Commenti: 1
     
  • 22 Maggio 2010: Come è andata a finire l'intervista a Domenico&Antonello esperti di calcio?
    Commenti: 0
     
  • 23 Marzo 2010: Addio al mio amico palmare che se ne è andato senza preavviso
    Commenti: 4
     
  • 19 Dicembre 2009: Stragi in Darfur: condanna a morte per 6 bimbi soldato
    Commenti: 0
     
  • 12 Novembre 2009: Carceri italiane: dopo Stefano Cucchi, Giuseppe Saladino nuova morte sospetta
    Commenti: 2
     
  • 01 Ottobre 2009: Legambiente: almeno 30 le navi dei veleni affondate nel Mediterraneo
    Commenti: 1
     
 

Parole più frequenti

tutti chiuso mostro
abusivo calcio Fuochi
Italia oggi Floridiana
Hodd Politica Vita
rifiuti lavoro Napoli
male Villa Berlusconi
furbi Eutelia cosa
Terra IAQUINTA ticket
MOSTRI Mondo Beni
2010 cani ufficio
mia Antonio BLOG
giorno Scampia Sei
Festa contro TELEVISIONE
NATALE Perchè Storie

Newsletter Collabora Contatti FAQ Diario di bordo 
Seguici
Mario Monfrecola
webmonster
 

 



Risoluzione ottimale: 1152x864 Sito pensato, ideato e realizzato da Mario Monfrecola.
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest © 2005 by me.
PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.12 Secondi