faCCebook.eu - blog di denuncia: il mostro del giorno
Il mostro di Giovedì 13 Gennaio 2011
Quando il lavoro uccide: 1080 lapidi nel 2010
 
 
Perchè questo mostro è stato proposto?

Ogni giorno in Italia tre persone perdono la vita sul posto di lavoro e nessun media se ne occupa. Le tv non dedicano nessun approfondimento a questa «guerra» perchè visto i numeri di guerra si tratta. Riporto questo articolo tratto dal sito reset-italia.net: i dati sono raccapriccianti e l'unica azione del Governo è uno spot pubblicitario di cui i familiari delle vittime hanno chiesto la cancellazione. MOSTRUOSO


Monster's Blog
Scritto da webmonster il 13/01/11
 

Le chiamano morti bianche perché non fanno notizia. Sono circa 1080 le persone che hanno perso la vita nel 2010, quasi 3 al giorno. Le cifre agghiaccianti fornite dall’Osservatorio Indipendente di Bologna sono quelle di una guerra. Una guerra combattuta giorno per giorno da gente costretta a lavorare per pochi soldi, senza difese, senza tutele.
Eppure la notizia non occupa la prima pagina di nessuna delle principali testate nazionali, alle prese con ben altre preoccupazioni, come la stagione dei saldi che non riesce a decollare. E nonostante l’eclatante incidente della ThyssenKrupp nel 2007 abbia fatto il giro del mondo, dobbiamo rassegnarci al fatto che le morti sul lavoro, una macchia indelebile nella coscienza italiana, non sono un argomento che vende nelle edicole.

 

 

Marco Bazzoni (Rappresentante dei lavoratori per la Sicurezza-Firenze) riporta su L’Unità dei dati preoccupanti: “Le Asl hanno un personale ispettivo ridotto all’osso che è formato da circa 1850 tecnici della prevenzione (o ispettori Asl), che sono in continuo calo, perchè man mano che molti tecnici vanno in pensione, non ne vengono assunti altri. Tanto è che se dovessero controllare tutte le aziende che ci sono in Italia, che sono circa 6 milioni, ogni azienda riceverebbe un controllo ogni 33 anni, quindi considerando la vita media di un’azienda, praticamente MAI”.

Il giornalista Giorgio Santelli ha riassunto la drammatica situazione italiana in un servizio per Rainews24:

E se da un lato il Governo trascura la sicurezza del lavoratore, dall’altro lancia una maldestra campagna di prevenzione: “Sicurezza sul lavoro. La pretende chi si vuole bene”, uno slogan ipocrita e provocatorio secondo i familiari delle vittime, che ne hanno già chiesto la cancellazione.
Lo scrittore Carlo Lucarelli, che alle morti bianche ha dedicato una puntata della prossima serie di Blu Notte, boccia senza appello la campagna: “il governo da un lato non mette il lavoratore in grado di pretendere nulla e dall’altro lo colpevolizza”. Tra i firmatari della petizione che chiede il ritiro dello spot c’è anche Antonio Boccuzzi, operaio sopravvissuto al rogo dell’acciaieria torinese Thyssenkrupp in cui morirono 7 colleghi: “È un messaggio vergognoso. Una sconfitta per il lavoratore, offensivo per i familiari, una presa in giro per precari e manovali in nero».

di Marco Nurra (10 gennaio 2010)

Link all'articolo originale: reset-italia.net


Lo spot del Governo per la sicurezza sul lavoro


Lo speciale di RaiNews24

 
[1243 letture]
 
 
Mostri categoria Lavoro  Tutti i mostri di Gennaio
 Vedi tutti i mostri simili  Raccomanda questo mostro
 Segnala abuso  Persone on-line: 6
 

Il mostro di ieri
(12 Gennaio)

 

Il mostro di domani
(14 Gennaio)

 
 
Share |
 
 
 
Bacheca (nessun commento)

Non sono presenti commenti
(è possibile inviare commenti
solo per il mostro di oggi)
 
 
 
Mostri simili
 
  • 21 Giugno 2013: faCCebook.eu: lavori in corso
    Commenti: 0
     
  • 27 Marzo 2013: [Casale di Carinola] Fotografa la tua frittata, 2013 – II edizione
    Commenti: 0
     
  • 25 Febbraio 2013: [SCOOP] Ecco gli exit poll per le elezioni 2013 (prima di Sky, Rai e Mediaset)
    Commenti: 0
     
  • 27 Gennaio 2013: Il giorno della memoria 2013
    Commenti: 0
     
  • 02 Novembre 2012: La classifica dei lavori più duri
    Commenti: 1
     
  • 19 Ottobre 2012: «Terra dei Fuochi»: quando le prime bonifiche?
    Commenti: 0
     
  • 25 Settembre 2012: Amicizia, quando la fiamma si spegne
    Commenti: 1
     
  • 07 Settembre 2012: Pippo Baudo, il lavoratore modello del futuro
    Commenti: 2
     
  • 15 Giugno 2012: Euo2012: Italia, serve un «mostro»
    Commenti: 2
     
  • 13 Giugno 2012: Euro2012, Scampia sempre «dentro la notizia»
    Commenti: 2
     
  • 01 Maggio 2012: Festa dei lavoratori: blog chiuso
    Commenti: 0
     
  • 22 Aprile 2012: Earth Day 2012, il mio piccolo contributo
    Commenti: 1
     
  • 28 Marzo 2012: «C'era un lavoro sgradevole da fare: non distribuiamo caramelle»
    Commenti: 0
     
  • 23 Marzo 2012: L'Analisi Matematica, i limiti e i lavori di ristrutturazione
    Commenti: 0
     
  • 18 Marzo 2012: Lavoro: non modificate l'art. 18 (cambiate la Costituzione)
    Commenti: 4
     
  • 16 Marzo 2012: «Psyco», svelato il vero significato del capolavoro di Alfred Hitchcock
    Commenti: 0
     
  • 27 Gennaio 2012: Il Giorno della memoria 2012
    Commenti: 0
     
  • 03 Gennaio 2012: L'arresto di Michele Zagaria: lo scoop del 2011 di faCCebook
    Commenti: 0
     
  • 28 Novembre 2011: Come ero (1974), come sono oggi (2011)
    Commenti: 5
     
  • 13 Settembre 2011: Vita da ufficio: le riunioni di lavoro, una vera mostruosità
    Commenti: 2
     
 

Parole più frequenti

Rosario onorevole Vita
cosa tutti Italia
2012 Terra Napoli
mostro faCCebook Antonio
Mondo Fuochi 2010
dalla sarebbe guai
Scampia Berlusconi Politica
Perchè contro rifiuti
TELEVISIONE chiuso ufficio
cos’é mia lavoro
solo giorno dopo
calcio Vox MOSTRI
Beni BLOG navigatori
Foresta NATALE oggi

Newsletter Collabora Contatti FAQ Diario di bordo 
Seguici
Mario Monfrecola
webmonster
 

 



Risoluzione ottimale: 1152x864 Sito pensato, ideato e realizzato da Mario Monfrecola.
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest © 2005 by me.
PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.11 Secondi