faCCebook.eu - blog di denuncia: il mostro del giorno
Il mostro di Lunedì 18 Aprile 2011
Intervista a Roberta Cuozzo, autrice del libro «La scelta»
 
 
Perchè questo mostro è stato proposto?

Roberta ha scritto un libro i cui ricavi sono stati devoluti interamente al «Centro per lo studio e la cura delle amiloidosi sistemiche» presso il policlinico San Matteo di Pavia. L’ho contattata per porle alcune domande su questa interessante iniziativa. Ne è scaturita una simpatica intervista nella quale abbiamo toccato temi profondi e delicati. La parola a Roberta!


Monster's Blog
Scritto da webmonster il 18/04/11
 

Ho avuto il piacere di conoscere Roberta nel 1998 quando, giovani neolaureti ed in pieno boom informatico, venimmo assunti insieme nell’allora EDS, una multinazionale americana che operava nel settore dell’Information Technology e che, recentemente, è stata acquisita dalla più nota HP.
Ho lavorato per circa un anno con Roberta, poi lei ha intrapreso la carriera di insegnante e così ci siamo persi di vista finché un giorno non mi giunse una e-mail di un amico comune che propose l’acquisto del libro scritto da Roberta, “La scelta”.
L’ho comprato con piacere, incuriosito di conoscere Miriana, il personaggio sul quale ruota l’intera storia, una ragazza dall’esistenza felice che, ad un certo punto della sua vita, viene sconvolta da una nefasta notizia: il suocero ed il marito sono affetti da una grave malattia rara. Da quel momento la sua vita (e quella dei suoi cari) cambia totalmente senza mai impedire a Miriana di pensare con ottimismo al futuro e infine prendere una importante decisione.
Il libro mi è piaciuto, scritto con uno stile leggero, quasi un diario redatto per ricordare le date importanti affrontate dalla protagonista: dal primo giorno di scuola come nuova insegnante fino alla conoscenza del collega che poi diventerà suo marito, dal bel rapporto con il suo “lui” passando attraverso la malattia del suocero ed il dramma che poi colpirà anche il suo compagno di vita.
Roberta descrive con sobrietà gli stati d’animo dei personaggi, le difficoltà incontrate per capire ed accettare la malattia, la scoperta dell’umanità dei dottori e lo scontrarsi con il senso di impotenza di fronte ad una male incurabile.
Il libro ha il merito di farci riflettere e capire che a volte la vita ci pone inspiegabilmente davanti a delle tragedie inattese, che ci appaiono a primo acchito ingiuste, e che poi ci fanno apprezzare la quotidianità considerata spesso monotona ma rivalutata se si ha la sventura di incappare in un evento funesto come successo a Miriana.
La parola a Roberta allora!

 

 

D: Roberta, questo è il tuo primo romanzo. Cosa hai provato quando hai visto sugli "scaffali” di una libreria (sito internet) il tuo racconto? Sei rimasta soddisfatta della tua prima opera oppure sei come quegli artisti che necessitano sempre dell’ultimo tocco per manie di perfezionismo infinite?
R: Ho provato indubbiamente un enorme soddisfazione soprattutto in considerazione del fatto che per la mia intera carriera scolastica in Italiano scritto non ho mai superato il 4!

D: ho impiegato due giorni per leggere “La scelta”, mia moglie Lisa addirittura uno. L’ho trovato, nella sua linearità, incisivo e sei riuscita a trattare temi profondi con leggerezza. Forse è questo il tuo stile di vita? Affrontare la realtà con facilità e scioltezza? Da non scambiare con superficialità, rendere ciò che è “complicato” semplice è una virtù di pochi.
R: Ti ringrazio del complimento ma non per falsa modestia ritengo si tratti più di sinteticità che di linearità, prerogativa questa di tutti coloro che hanno intrapreso studi scientifici.

D: “La scelta” evidenzia anche la dignità dei malati, come nel caso del suocero di Miriana che, anche se malato e non più indipendente, fa’ di tutto per non pesare sulla famiglia e trasformarsi in un problema. Un atteggiamento “eroico” non trovi? Quando leggo di queste persone penso che la loro dignità sia la migliore definizione di coraggio. Sei d’accordo?
R: Senza dubbio! Quando si soffre anteporre le necessità ed esigenze quotidiane degli altri a se stessi denota una forza di volontà fuori dal comune e soprattutto un enorme amore per i propri cari.

D: tu sei una laureata in fisica e, purtroppo, hai perso una persona cara per una malattia rara. Non trovi assurdo che in Italia la ricerca scientifica sia bistrattata dai Governi e l’opinione pubblica si occupa dei ricercatori solo quando manifestano pubblicamente con azioni eclatanti per poi far cadere il problema dei mancati investimenti e del precariato il giorno dopo?
R: Il problema delle malattie rare sta proprio nella loro ‘rarità’. Purtroppo non ci sono fondi per la ricerca scientifica mirata allo studio di malattie che ahimè coinvolgono migliaia di persone figuriamoci se ci sono per la ricerca nel campo delle malattie rare. Anche il coinvolgimento delle industrie farmaceutiche è molto relativo: la ricerca non compensa gli eventuali introiti derivanti dall’immissione sul mercato di prodotti terapeutici mirati. Insomma la questione è davvero complessa.

D: Roberta, un tema che tratto spesso nel mio blog di “mostri” è il tempo, l’argomento che scandisce ogni capitolo de “La scelta”. Tu, da fisico, ben conosci i significati scientifici di questa grandezza. Secondo te, perchè l’uomo ha la mania di voler misurare ogni cosa, anche il tempo? E tu, che rapporto hai con il tempo Ti spaventa veder crescere ad esempio tua figlia? Vedere come, da un giorno all’altro, da neonata sia divenuta bimba e poi diventerà ragazzina?
R: Il tempo scorre inesorabilmente: il carattere, la personalità, i nostri rapporti interpersonali, l’ambiente che ci circonda, tutto evolve. Per usare una famosa frase di Lavoisier ‘Nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma’. Da ogni esperienza vissuta, positiva o negativa che sia, ne traiamo insegnamento.
L’amore per una figlia è qualcosa di unico. Nonostante sia ancora piccola (ha solo 3 anni), provo nostalgia a rivedere gli indumenti che indossava non più di un anno fa. Spesso nella continua corsa che affligge i tempi moderni ho paura di perdere momenti preziosi della sua crescita. Ma mi basta un suo sorriso o un gioco condiviso con lei per spazzare dalla mia mente ogni pensiero malinconico.

D: chiudiamo la nostra chiacchierata con una tua libera osservazione. Roberta, vuoi aggiungere qualcos’altro?
R: la vita riserva delle continue sorprese. Non avrei mai pensato di scrivere per puro piacere nemmeno una frase su una nota della spesa, figuriamoci un libro. Eppure quelle 80 pagine mi hanno permesso di riallacciare rapporti di amicizia trascurati per distanza o per cambio lavoro (come quello con il redattore della presente intervista, che spero di non perdere nuovamente di vista) o per modificati interessi o per sopraggiunte necessità contingenti e di riscontrare un notevole interessamento sull’argomento trattato, concretizzato in diverse iniziative di propaganda del libro, i cui diritti d’autore, vorrei ricordare, sono interamente devoluti al Centro per lo studio e la cura delle amiloidosi sistemiche presso il policlinico San Matteo di Pavia.

Roberta, grazie ancora per la tua disponibilità.
Ti auguro le migliori fortune.
A presto
Mario.

Consulta il sito de Centro per lo Studio delle Amiloidosi Sistemiche di Pavia

Acquista il libro su: Sef Editrice Fiorentina

Leggi anche:

- La scelta, intervista a Roberta Cuozzo di Dario Alessandro Pagli (2 gennaio 2010)

- Ascolta l’intervista di Roberta a RadioItalia5 (24 dicembre 2009)



Se hai problemi ad ascoltare l'intervista clicca qui



Note:
L'intervista dura 5 minuti circa ed è un file mp3 di 5MB.
Dopo aver cliccato sul link è possibile:
- scaricare il file (Salva)
- ascoltare l'intervista on-line (Apri)

 
[1346 letture]
 
 
Mostri categoria Vari  Tutti i mostri di Aprile
 Vedi tutti i mostri simili  Raccomanda questo mostro
 Segnala abuso  Persone on-line: 15
 

Il mostro di ieri
(17 Aprile)

 

Il mostro di domani
(19 Aprile)

 
 
Share |
 
 
 
Bacheca (un commento)
 
09:55

complimenti Roberta, iniziativa interessante. Se ognuno di noi dedicasse un po' del suo tempo agli altri vivremmo in una società migliore

 
 
 
Mostri simili
 
  • 22 Maggio 2013: Il blog, il mio (primo) libro
    Commenti: 0
     
  • 09 Maggio 2013: Enrico Letta e la scelta (sbagliata) del ritiro spirituale: perché non Rosarno?
    Commenti: 0
     
  • 20 Novembre 2012: L’arma dell’adulto? La possibilità di scelta
    Commenti: 0
     
  • 22 Settembre 2012: Buon compleanno Roberto!
    Commenti: 0
     
  • 02 Dicembre 2011: Roberto, storia di un ragazzo timido
    Commenti: 1
     
  • 20 Ottobre 2011: Roberta ha cambiato mestiere
    Commenti: 10
     
  • 12 Settembre 2011: Una bella foto, il giusto equilibrio tra autore e soggetto
    Commenti: 2
     
  • 22 Settembre 2010: Auguri di buon compleanno a Roberto Saviano!
    Commenti: 2
     
  • 21 Settembre 2010: ESCLUSIVO: finalmente ANTONIO P. BENI ci rilascia un'intervista!
    Commenti: 0
     
  • 09 Settembre 2010: Rifiuti tossici a Scampia: intervista su RadioArticolo1, di Martina Chichi
    Commenti: 0
     
  • 06 Agosto 2010: Bentornato Roberto Baggio!
    Commenti: 1
     
  • 29 Giugno 2010: Intervista telefonica con Licià Colò
    Commenti: 2
     
  • 22 Maggio 2010: Come è andata a finire l'intervista a Domenico&Antonello esperti di calcio?
    Commenti: 0
     
  • 11 Maggio 2010: Emilio Fede contro Roberto Saviano: «Non è un eroe, non se ne può più»
    Commenti: 3
     
  • 18 Febbraio 2010: Baggio oggi compie 43 anni: buon compleanno mitico Roberto!
    Commenti: 1
     
  • 14 Dicembre 2009: Berlusconi aggredito da Tartaglia: sfida tra SQUILIBRATI e MOSTRI
    Commenti: 4
     
  • 13 Novembre 2009: Roberto Saviano, scrittore contro la camorra con la forza delle parole e verità
    Commenti: 4
     
  • 09 Ottobre 2009: Il mio amico Roberto primo in classifica al fantacalcio (almeno per ora!)
    Commenti: 0
     
 

Parole più frequenti

Festa cosa studentessa
contro mostruosità Italia
MOSTRI tutti Beni
confessore Fuochi chiuso
Terra Fotogrammi giorno
televisivi Vita lavoro
Mondo rifiuti Perchè
2010 mia oggi
orario Scampia giocare
prima TELEVISIONE mostro
Antonio ospedale Politica
Zebra Gaeta Berlusconi
calcio Napoli maturità
NATALE ufficio BLOG

Newsletter Collabora Contatti FAQ Diario di bordo 
Seguici
Mario Monfrecola
webmonster
 

 



Risoluzione ottimale: 1152x864 Sito pensato, ideato e realizzato da Mario Monfrecola.
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest © 2005 by me.
PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.09 Secondi