faCCebook.eu - blog di denuncia: il mostro del giorno
Il mostro di Lunedì 01 Agosto 2011
RC auto, la mia proposta per ripristinare la meritocrazia
 
 
Perchè questo mostro è stato proposto?

Perché quando si stipula per la prima volta un contratto per l'RC-auto la compagnia assicuratrice assegna l'ULTIMA classe? Visto che il neopatentato non ha MAI commesso un sinistro, gli spetta la PRIMA CLASSE e non la peggiore! Leggi e sei d'accordo condividi la mia proposta per stabilire un minimo di normalità nel mondo mostruoso delle società assicurative.


Monster's Blog
Scritto da webmonster il 01/08/11
 

Ogni anno mi accorgo di come sia ingiusta l'RC AUTO. Esattamente quando devo rinnovare la polizza ricevo la puntuale batosta con aumenti pazzeschi ben al di sopra dell'incremento ufficiale della vita.
Nel mio caso, avendo una vettura datata (ma sottolineo con orgoglio perfettamente funzionante!), la rata dell'assicurazione che pago è superiore al valore della macchina: ASSURDO!
Eppure, come uno studente che attende la sua pagella di fine anno, anche io allo scadere della polizza aspetto il mio attestato di rischio per sapere se sono stato "promosso" oppure "bocciato". In quest'ultimo sventurato caso mi sopraggiunge la depressione in attesa del salasso.
Per mia fortuna, anno dopo anno, mi sono elevato verso le migliori "classi", fino al top, la mitica e sospirata prima classe!
Nonostante abbia raggiunto la vetta, guadagnata (anzi sudata) con pazienti rinnovi RC senza mai causare sinistri, oggi non riscontro nessun particolare risparmio rispetto al passato. In alcuni casi è successo addirittura il contrario: salivo di classe ma aumentava anche la rata RC-auto.
Alle mie proteste, l'agente assicurativo mi ha fornito le solite note risposte-alibi-scuse che mi stanco anche di ripetere visto che le considero delle enormi bugie.
Seguono le osservazioni spontanee di un automobilista spennato:

 

 

1) si guida col terrore di causare un sinistro ed in caso di incidente si trema all'idea di dover "fare la lettera"
2) i soldi pagati alle compagnie assicurative per l'RC-auto sono praticamente devoluti, infatti bisogna sperare di non essere mai convocati da un perito dell'agenzia
3) a scadenza di contratto si è fortunati se il rinnovo costa come l'anno precedente senza ulteiori aggravi come il declassamento di due livelli per aver causato un incidente oppure di una classe per essere stati coinvolti in un sinistro
4) non è importante se a fronte di un incidente si ha torto o ragione: per il solo "disturbo" causato alla compagnia assicurativa verrete puniti perdendo uno o due classi
5) la concorrenza tra le varie società assicurative è virtuale: ogni anno tutte incrementano le polizze di una percentuale pari ad almeno il triplo dell'inflazione reale.

Dopo anni di batoste lancio la mia proposta rivoluzionaria sperando che la Rete la faccia sua e la diffonda a tutto il mondo:

occorre invertire il criterio con il quale le compagnie assicurative assegnano la classe dell'RC-auto da cui dipende il costo della polizza.

Infatti, consideriamo un neopatentato: essendo il primo anno che guida, il suo curriculum di conducente è immacolato, privo di sinistri.
Quindi, quando stipulerà il suo primo contratto, gli spetta la prima classe e non la quattordicesima (ovvero l'ultima) come accade oggi! Se (e quando) causerà un incidente verrà "punito" scendendo di una o due livelli come previsto.
Invece, perché ad una persona che si assicura per la prima volta, gli viene attribuita d'ufficio la peggior situazione e poi gli tocca "conquistare" anno dopo anno la prima classe? E' come dichiarare un tizio colpevole e poi chiedergli di dimostrare la sua innocenza, è un percorso inverso a come dovrebbe essere, è un criterio opposto alla meritocrazia che dovrebbe regolare l'ascesa e/o la discesa di classe.

Se si applicasse questo metodo ogni assicurato risparmierebbe circa il 50% del costo della polizza poichè l'ultima classe costa almeno il doppio della prima. Non ci assuefiamo a queste atroci abnormità che, col trascorrere del tempo, sembrano normali perché vi assicuro che non lo sono.
Parola di un'automobilista imbestialito che da poco ha "devoluto" parte del suo stipendio ad una compagnia assicuratrice.

 
[1371 letture]
 
 
Mostri categoria Società  Tutti i mostri di Agosto
 Vedi tutti i mostri simili  Raccomanda questo mostro
 Segnala abuso  Persone on-line: 20
 

Il mostro di ieri
(31 Luglio)

 

Il mostro di domani
(02 Agosto)

 
 
Share |
 
 
 
Bacheca (10 commenti)
 
17:23

No. Perchè sarebbero sempre mille euro, vale a dire un quattordicesimo dello stipendio medio...

 
17:20

mille euro per assicurare un auto con la prima classe mentre 1500 con la 14-esima ... non sarebbe cmq un passo avanti?

 
17:20

Non risolvi niente fin quando ci sono cause costosissime per vedere chi ha ragione e chi torto. Tu puoi partire anche dalla prima classe, il problema è che ci vogliono sempre mille euro per assicurare un auto...

 
17:19

la mia è una proposta legata al "principio": non è giusto assegnare l'ultima classe al primo contratto e poi "risalire". Casomai deve essere l'inverso: date la prima classe e in caso di sinistro scendo. Ripeto, è il PRINCIPIO che conta, oggi funge l'inverso della realtà (Mario)

 
17:15

Non risolvi niente. La maggior parte delle spese sono dovute alle spese processuali quando si fa una causa. Per questo motivo, propongo di abolire il principio della ragione in un incidente senza feriti e morti. Quando c'è un incidente ogni assicurazione paga il suo assicurato. In questo modo si potrebbe abolire l'obbligatorietà dell'RC auto, introducendo però quella sull'infortuni.

 
13:21

De Magistris ha una proposta... http://www.facebook.com/home.php#!/note.php?note_id=189226124470071

 
12:50

prima la ricarica del cellulare era 1 euro ....no 5.si sono d'accordo anche io su tutti questi aumenti delle assicurazioni.che possiamo fare????

 
10:59

la cosa piu' assurda è pagare un prezzo assurdo per un servizio che non puoi usufruire! provate a fare 1 o 2 sinistri in 1 anno e ti cacceranno via a pedate, nonostante che paghi ovviamente! è come avere l'abbonamento per il treno, ma non appena sali il controllore ti fa scendere a calci! CHE SENSO HA????

 
10:04

Quant'è rivoluzionario l'amico mio! ;o)

 
09:13

da solo non posso far molto ma se IN MIGLIAIA condividiamo questa idea possiamo poi proporla agli ENTI COMPETENTI e chissà che qualcosa non cambi. Ricordate i 5€ pagati ad ogni ricarica di cellulare? Oggi sembra assurdo ma prima era la NORMALITA'! Forza, appoggiate in tanti il concetto della prima classe al primo contratto RC AUTO!!! (Mario, il webmosnter)

 
 
 
Mostri simili
 
  • 28 Maggio 2013: L’RC auto e la silenziosa guerra metropolitana
    Commenti: 0
     
  • 24 Gennaio 2013: Ipertermia al centro Aktis: un caso di (ingiustificata) superficialità
    Commenti: 0
     
  • 29 Novembre 2012: Come cambiai il mondo in un pomeriggio di pioggia autunnale
    Commenti: 0
     
  • 28 Settembre 2012: L'autunno che non c'è ed il pentimento che non ti aspetti (nonostante la crisi)
    Commenti: 0
     
  • 30 Luglio 2012: Il dramma (sportivo) della Pellegrini visto dal balcone di casa mia
    Commenti: 2
     
  • 29 Maggio 2012: Cellulari, l'infedeltà premia
    Commenti: 0
     
  • 23 Maggio 2012: Vent’anni fa, il ricordo di Falcone e la mia prima rapina (subita)
    Commenti: 0
     
  • 13 Maggio 2012: De Sanctis premiato per il suo fair play
    Commenti: 0
     
  • 23 Aprile 2012: La mia invidia? Solo per gli artisti
    Commenti: 0
     
  • 13 Febbraio 2012: Se mia nonna fosse stata l'agente di Whitney Houston ...
    Commenti: 0
     
  • 12 Febbraio 2012: Articolo 18, la mia proposta
    Commenti: 0
     
  • 23 Dicembre 2011: [APPELLO] Fermiamo le catene di e-mail per Natale
    Commenti: 3
     
  • 04 Novembre 2011: Crisi economica, la ricetta del salumiere guru dell'economia mondiale
    Commenti: 5
     
  • 30 Settembre 2011: Napoli, fermata dell'autobus liberata dai rifiuti grazie ad Hamsik e Cavani?
    Commenti: 2
     
  • 27 Settembre 2011: Che strani incontri alla fermata dell'autobus
    Commenti: 4
     
  • 12 Settembre 2011: Una bella foto, il giusto equilibrio tra autore e soggetto
    Commenti: 2
     
  • 30 Agosto 2011: TV ed economia, appello della casalinga di Voghera.
    Commenti: 0
     
  • 10 Agosto 2011: Droga, la mia testimonianza.
    Commenti: 1
     
  • 27 Maggio 2011: Alluvione a Napoli, la mia testimonianza per un esempio di citizen journalism
    Commenti: 0
     
  • 18 Aprile 2011: Intervista a Roberta Cuozzo, autrice del libro «La scelta»
    Commenti: 1
     
 

Parole più frequenti

Berlusconi BLOG Napoli
contro rifiuti ufficio
giorno oggi prigione
tutti chiuso aiutaci
Politica mostro TELEVISIONE
Fede Mondo cialtroni
Italia lavoro pace
calcio MOSTRI Fuochi
Perchè mia Antonio
Sei Scampia Terra
compleanno incivile Beni
Vita dance terreno
cosa NATALE Festa
Ely media 2010

Newsletter Collabora Contatti FAQ Diario di bordo 
Seguici
Mario Monfrecola
webmonster
 

 



Risoluzione ottimale: 1152x864 Sito pensato, ideato e realizzato da Mario Monfrecola.
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest © 2005 by me.
PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.08 Secondi