faCCebook.eu - blog di denuncia: il mostro del giorno
Il mostro di Martedì 15 Novembre 2011
E se Mario Monti fosse nato a Napoli?
 
 
Perchè questo mostro è stato proposto?

Fino a qualche giorno fa non conoscevo chi fosse Monti, la sua vita, il suo lavoro. Mi sono chiesto: sarebbe un uomo diverso se, invece di nascere a Varese 68 anni fa, fosse nato a Napoli?


Monster's Blog
Scritto da webmonster il 15/11/11
 

Il «mostro» del momento è lui, il varesino Mario Monti.
Stimato dai leader europei, apprezzato dai mercati finanziari, elogiato dai politici italiani, Monti è il salvatore della Patria. Chiamato a tirar fuori l'Italia dalla crisi economica, l'ex commissario europeo deve comporre un governo che accontenti tutti e, soprattutto, fare ciò che è necessario per risollevare le nostre finanze.
Ce la farà?
Io, fino a ieri, non avevo mai ascoltato un suo discorso né tantomento guardato una sua intervista. Come d'incanto, nelle ultime ore, è onnipresente su tutti i media, più dell'ex-premier, il milanista Berlusconi che presto tornerà ad occuparsi della squadra rossonera a tempo pieno.
Ora che Monti è in auge viene da chiedersi: se fosse nato a Napoli, che uomo sarebbe oggi?

 

 

Con quella sua aria seria e da primo della classe, già alle scuole elementari aveva il destino segnato. Apostrofato con l'inevitabile soprannome, i suoi coetanei lo chiamavano 'o sicchio (il secchione).
Alle scuole medie, con il susseguirsi delle varie emergenze-rifiuti ed il crescere dell'età (e quindi della perfidia umana), ben presto l'ingenuo nickname 'o sicchio si trasformò nel più sporco 'o sicchio d'a munnezza (il secchio della spazzatura).

Sempre più bastonato, Marittiell Monti trovava riparo e conforto nella sua amichetta di banco, Elsa che sarebbe poi divenuta la sua futura consorte. Elsa l'invitava a far filone e, come tutti i ragazzi del quartiere, a trascorre una mattinata sugli scogli di Mergellina a prendere il sole.
Ma lui, integgerrimo, spronava la classe al sacrificio con frasi del tipo: "guagliò, conserviamoci i soldi che prima o poi amma fà o svilupp e l'equità sociale". Gli amici allora non capivano, il più delle volte gli mollavano uno scoppolone sulla testa e scappavano via.

Licenziato dalle scuole medie con il massimo dei voti, si iscrisse al ragioneria. Il padre, pur di non farlo crescere nella bambagia, un giorno lo spedì nel ristornate sotto casa. La sera lavorava a nero come garzone, trasportava pizze&panini col motorino "aziendale", senza casco e patente. Il soprannome sicchio d'a munnezza, con il diffondersi della differenziata porta-a-porta e con la città finalmente pulita, era ormai un lontano ricordo come le montagne di rifiuti.

Con gli studi superiori, Marittiello Monti divenne 'o professor per i suoi lodevoli voti ma soprattutto per le sue idee imprenditoriali.

Già all'età di quindici anni gestiva un gruppetto di extra-comunitari che prelevava dalla rotonda a pochi kilometri da casa per subappaltare le consegne del ristorante. Ben presto, 'o prufessor divenne Marittiell o capural.

L'aspetto da bravo ragazzo ingannava. In breve, mise da parte un bel gruzzoletto col quale lanciò la sua prima OPA acquistando la pizzeria nella quale aveva esordito nel mondo del lavoro. Dopo qualche anno investì i profitti in un appartamento ove viveva un'anziana signora. Col cinismo tipico dei grandi uomini della finanza, esultò quando la nonnetta lasciò questo mondo: grazie alla nuda proprietà raddoppiò il capitale e col passaggio dalla lire all'euro quadruplicò il valore dell'immobile.

Agli inizi del nuovo secolo Marittiell Monti a Napoli era una celebrità, era noto come 'o banchier anche se non lavorava in nessun istituto di credito (anzi, nessuno sapeva precisamente cosa facesse).
Gli artisti di San Gregorio Armeno crearono subito un pastore ad hoc, i disoccupati organizzati gli chiedevano 'o post (il posto nella pubblica amministrazione), quelli disorganizzati di farli entrare nell'esclusivo club dei disoccupati organizzati, i politici continui finanziamenti, la camorra di riciclare denaro sporco, i pusher di Scampia l'ammodernamento delle Vele, i parcheggiatori abusivi delle "casette" dove ripararsi dovendo stare l'intera giornata per strada, i giovani scippatori una scuola di formazione, i lavoratori a nero insieme ai cinesi di piazza Garibaldi un numero verde a cui chiedere informazioni sulle rotonde con la maggior offerta di caporalato.

Marittiell Monti capì che era giunto il momento di scendere in politica.

E siamo ai giorni nostri: il crack finanziario mondiale, la caduta di Berlusconi, l'ascesa di Marittiell Monti: come andrà a finire?
Non lo sappiamo, ma tifiamo per lui (basta che nun ci fa chiagnere tropp!)

 
[598 letture]
 
 
Mostri categoria Politici  Tutti i mostri di Novembre
 Vedi tutti i mostri simili  Raccomanda questo mostro
 Segnala abuso  Persone on-line: 9
 

Il mostro di ieri
(14 Novembre)

 

Il mostro di domani
(16 Novembre)

 
 
Share |
 
 
 
Bacheca (2 commenti)
 
10:30

ahahahahahahah

 
09:34

Meravigioso. :)

 
 
 
Mostri simili
 
  • 20 Maggio 2013: Il tram veloce di Napoli: è giunto il tempo delle risposte?
    Commenti: 0
     
  • 12 Maggio 2013: Walter Mazzarri, il Fergurson napoletano
    Commenti: 1
     
  • 01 Maggio 2013: Jupp Heynckes, l'allenatore dei record (sostituito)
    Commenti: 0
     
  • 16 Aprile 2013: America’s Cup a Napoli: i miei (secondi) scatti dal lungomare
    Commenti: 0
     
  • 15 Aprile 2013: America’s Cup a Napoli: i miei (primi) scatti dalla Villa Floridiana
    Commenti: 0
     
  • 09 Aprile 2013: Napoli, il miracolo della discarica trasformata in isola ecologica
    Commenti: 0
     
  • 02 Aprile 2013: Eremo dei Camaldoli di Napoli, i colori della primavera
    Commenti: 0
     
  • 01 Aprile 2013: Napolitano chiama Andreotti: serve l’undicesimo «saggio»
    Commenti: 0
     
  • 05 Marzo 2013: Napoli, la «guerra civile» brucia la Città della Scienza
    Commenti: 0
     
  • 26 Febbraio 2013: Ed ora? Napolitano prepara il «minestrone» da servire alla tavola degli italiani
    Commenti: 0
     
  • 22 Febbraio 2013: Sergio Zavoli, nato nel 1923 e candidato al Senato
    Commenti: 0
     
  • 12 Gennaio 2013: Marchisio: «Napoli, una squadra antipatica»
    Commenti: 0
     
  • 03 Gennaio 2013: MetroNapoli, viaggio nelle stazioni-museo
    Commenti: 0
     
  • 21 Dicembre 2012: Come respingere la tempesta di messaggini natalizi?
    Commenti: 0
     
  • 17 Dicembre 2012: Ridate il carbone a Babbo Natale
    Commenti: 0
     
  • 10 Dicembre 2012: Il bosco di Capodimonte e la foto che non c'è
    Commenti: 0
     
  • 09 Dicembre 2012: Maggio, ridatemi Superbike il motorino del Napoli
    Commenti: 0
     
  • 28 Novembre 2012: Napoli penultima per qualità della vita? Un risultato straordinario
    Commenti: 4
     
  • 26 Novembre 2012: Il mio 42-esimo compleanno? Una giornata rivoluzionaria
    Commenti: 2
     
  • 19 Novembre 2012: Napoli, la pulizia delle strade? Tocca alla pioggia
    Commenti: 0
     
 

Parole più frequenti

BLOG lavoro TELEVISIONE
divorzia Italia Mondo
Politica ufficio oggi
Vita consiglio Napoli
cosa dopo testardo
importanza faida NATALE
Terra tutti Matiz
Beni Antonio giorno
chiuso Berlusconi contro
calcio mia sarà
2010 faCCebook MOSTRI
Scampia Marchisio Fuochi
rifiuti sospende Inviare
mostro Perchè tennis

Newsletter Collabora Contatti FAQ Diario di bordo 
Seguici
Mario Monfrecola
webmonster
 

 



Risoluzione ottimale: 1152x864 Sito pensato, ideato e realizzato da Mario Monfrecola.
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest © 2005 by me.
PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.24 Secondi