faCCebook.eu - blog di denuncia: il mostro del giorno
Il mostro di Giovedì 12 Gennaio 2012
Vita d'ufficio: cambio di sede, alla ricerca del collega-zero
 
 
Perchè questo mostro è stato proposto?

Il mio ufficio è stravolto dalla notizia-bomba di un possibile trasferimento di sede, cambiamo città La Vita di più di duecento persone legata ad una scelta di cui non si hanno certezza. Bufala o notizia vera? L'unico modo per verificarlo era risalire al collega-zero, colui che ha dato il via alla voce del trasferimento. Alla fine l'ho trovato e non è mancato il colpo di scena ...


Monster's Blog
Scritto da webmonster il 12/01/12
 

In ufficio non si parla d'altro, il probabile trasferimento della sede, è la notizia de giorno.
D'altronde sembra una banalità ma non lo è. Se un'azienda con più di duecento dipendenti decide di cambiare sede spostandosi in un'altra città, la Vita di questi lavoratori (persone?) cambia radicalmente.
Gli orari, le abitudini, i costi dell'essere pendolare, l'indotto legato alla presenza dell'azienda sul territorio, il tempo perso o risparmiato ... da questo possibile trasloco dipende il destino mio e dei miei colleghi. Ci sarà chi ne trarrà enormi vantaggi e chi subirà ulteriori disagi, é sempre così, è la Vita, bellezza!

La notizia è nell'aria, se ne parla ovunque ma non è confermata dalla dirigenza. Dai vertici aziendali non è ancora giunta nessun comunicato ufficiale. E cosa c'è di meglio del silenzio per alimentare un gossip? Nessuna conferma né smentita, la notizia è già leggenda.

A mensa, nei bagni, alla macchinetta del caffè, tra le scrivanie, ognuno di noi riflette sui cambiamenti di orario. Alcune mamme-colleghe sognano ad occhi aperti, altre già hanno gli incubi.

Difronte ad un simile scoop, il mio istinto di reporter d'assalto ha preso il sopravvento e mi sono catapultato alla ricerca del collega-zero, colui da cui tutto è iniziato, il primo anello della catena dal quale, con un effetto domino crescente, è partita l'informazione.
Bufala o verità? Solo risalendo all'origine della notizia si potrà svelare il mistero aziendale!

 

 

Armato di lente di ingrandimento per scovare le invisibili tracce, ho iniziato a setacciare il corridoio dell'ufficio stile Sherlock Holmes. Ho incontrato Vercingetorige, un collega alto e biondo, il playboy dell'azienda, a bruciapelo gli ho chiesto: «come hai saputo del cambio di sede?» e lui, stupito della domanda, mi ha fatto il nome di Raimondo. Sono corso subito da lui e gli ho posto lo stesso quesito, titubante mi ha nominato Michelina ...

Dopo un paio di ore di indagine investigativa di alto profilo tecnico, avevo percorso i quattro piani dell'edificio che attualmente ci ospita svariate volte a tutto vantaggio della mia forma fisica. Ho confrontato tutte le informazioni raccolte riuscendo a risalire al luogo preciso dove tutto era partito: il "wc uomini" del mio piano in data 22 dicembre ore 11,00.

Ricordo precisamente quel giorno perché io c'ero. La pancia mi aveva giocato un brutto scherzo, credo non fosse riuscita a digerire del tutto il cenone di mia suocera, sopraffina cuoca, della sera prima. Sta di fatto che dovetti correre con urgenza al bagno. In quei frangenti caotici dimenticai il cellulare nella tasca del pantalone ed ovviamente squillò mentre ero seduto sulla tazza (chiedo venia per l'argomento non certo aulico ma necessario per far comprendere il contesto). Mi stava chiamando un vecchio amico che non vedevo da anni, gli chiesi cortesemente di richiamare più tardi ma lui insisteva.
Vista la situazione, desideravo liquidarlo il prima possibile rispondendo alla sua insistenza con monosillabi.

«Mario, dove lavori ora?»
«Agnano»

«E da quanto tempo?»
«Sono sei anni ormai»

«Ma non eravate a Salerno?»
«A Caserta»

«Vivi sempre a Napoli?»
«Si fra poco però cambiamo ...»

«Sali pure tu a Torino?»
«No, finalmente traslochiamo, ce ne andiamo dopo sei anni ...»

«Andate in affito?»
«No, gli affitti sono troppo cari»

«Quando cambiate casa?»
«Dobbiamo lasciare entro il 30giugno, per i primi di luglio dobbiamo aver terminato il trasloco»

«E la nuova casa come sarà? Ti consiglio la cucina living, va per la maggiore»
«Mi piace l'idea di un unico grande spazio tipo open-space ... ma non ne sono sicuro ...»

«Va bene ora ti saluto, ci sentiamo presto. Auguri allora»
«Grazie, anche a te. A presto ...»


Attaccai, riposi il telefono in tasca, terminai le operazioni del caso, aprii la porta ed uscii esausto dal piccolo locale-wc. Cinque miei colleghi avevano origliato la mia conversazione. Appena mi videro, imbarazzati, fecero finta di guardarsi allo specchio e di lavarsi le mani, poi scapparono via.
Dopo un minuto, la notizia del cambio sede viaggiava da computer a computer, da collega a collega via messenger.

 
[1255 letture]
 
 
Mostri categoria Lavoro  Tutti i mostri di Gennaio
 Vedi tutti i mostri simili  Raccomanda questo mostro
 Segnala abuso  Persone on-line: 29
 

Il mostro di ieri
(11 Gennaio)

 

Il mostro di domani
(13 Gennaio)

 
 
Share |
 
 
 
Bacheca (3 commenti)
 
15:53

bellissimo!!!! Che ti fanno i fraitendimenti!!!!!

 
10:14

allora non è una voce di corridoio ma è una voce di bagno ahahha

 
10:11

ovunque ci trasferiremo sarà meglio di Agnano! Andiamocene pure!!!

 
 
 
Mostri simili
 
  • 27 Aprile 2013: Da Bersani ad Enrico Letta, cos’é (realmente) cambiato?
    Commenti: 0
     
  • 08 Aprile 2013: Se avessi sedici centesimi al giorno ...
    Commenti: 0
     
  • 03 Aprile 2013: In difesa dei miei cinque visitatori svizzeri, vittime dei luoghi comuni
    Commenti: 0
     
  • 25 Marzo 2013: Il rifiuto-zero: la soluzione per la discarica-Terra
    Commenti: 0
     
  • 16 Febbraio 2013: Il «Principio di relatività» della politica italiana
    Commenti: 0
     
  • 14 Gennaio 2013: Costa Concordia un anno dopo: cosa è cambiato sulle navi da crociera?
    Commenti: 0
     
  • 29 Novembre 2012: Come cambiai il mondo in un pomeriggio di pioggia autunnale
    Commenti: 0
     
  • 28 Novembre 2012: Napoli penultima per qualità della vita? Un risultato straordinario
    Commenti: 4
     
  • 09 Ottobre 2012: Alla ricerca del CUP perduto
    Commenti: 3
     
  • 18 Settembre 2012: «E' ufficiale: in Italia, la disoccupazione è al 100%»
    Commenti: 0
     
  • 02 Agosto 2012: [Vita d'ufficio] Il collega va in vacanza ed li monitor resta (acceso) in città
    Commenti: 0
     
  • 27 Luglio 2012: «Se c’è qualcuno che c’ha voglia di cambiare si faccia avanti»
    Commenti: 0
     
  • 05 Luglio 2012: Comunicato ufficiale in una notte di mezz’estate
    Commenti: 0
     
  • 26 Giugno 2012: Vita di ufficio: la tribù (di indiani)
    Commenti: 2
     
  • 26 Marzo 2012: Lo scambio (cinico) delle figurine Panini
    Commenti: 0
     
  • 18 Marzo 2012: Lavoro: non modificate l'art. 18 (cambiate la Costituzione)
    Commenti: 4
     
  • 23 Febbraio 2012: Claudia Coleciano Koll, la forza del cambiamento
    Commenti: 0
     
  • 30 Gennaio 2012: Berlusconi, la classifica (non ufficiale) dei vocaboli da tramandare
    Commenti: 0
     
  • 24 Gennaio 2012: Alla ricerca del benzinaio perduto
    Commenti: 1
     
  • 04 Gennaio 2012: Steve Jobs è stato un mio collega d'ufficio!
    Commenti: 1
     
 

Parole più frequenti

2010 Politica chiuso
tutti Milan BLOG
ufficio Vita mostruosi
faCCebook giorno rifiuti
mia oggi Berlusconi
Beni tennis Mondo
Voghera mostro Licià
muori capolavoro Antonio
dopo Italia NATALE
COSTUME MOSTRI Perchè
TELEVISIONE Napoli zio
miraggio calcio Terra
Fuochi Scampia mostruosità
contro cosa lavoro

Newsletter Collabora Contatti FAQ Diario di bordo 
Seguici
Mario Monfrecola
webmonster
 

 



Risoluzione ottimale: 1152x864 Sito pensato, ideato e realizzato da Mario Monfrecola.
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest © 2005 by me.
PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.10 Secondi