faCCebook.eu - blog di denuncia: il mostro del giorno
Il mostro di Martedì 07 Febbraio 2012
«Occuyscampia», io c'ero
 
 
Perchè questo mostro è stato proposto?

Avevo annunciato la mia assenza ad «occuyscampia» perché non credevo nell'iniziativa di una sera. Alla fine, invece, mi sono fermato per un'oretta ed osservato il circo mediatico presente in piazza Giovanni Paolo II. Tutti alla ricerca del «mostro» da intervistare. Riassumo in questo post i momenti più significativi raccontati durante la mia diretta via twitter.


Monster's Blog
Scritto da webmonster il 07/02/12
 

Non ho resistito, il diritto di cronaca ha prevalso e così, anche se avevo annunciato che non avrei partecipato ad Occupyscampia, alla fine ho ceduto. Sono arrivato verso le 17,00 (di venerdì 3 febbraio) a piazza Giovanni Paolo II, da lontano erano ben visibili le sirene della polizia municipale in presidio del luogo del raduno indicato da Pina Picierno via twitter.
Non ho retto alla tentazione, ho lanciato subito il primo tweet «mai vista tanta polizia municipale a scampia. Occupyscampia tutti i giorni»

Un tempo davvero inclemente, un freddo polare ghiacciava le mani dei presenti. Non eravamo in molti, uno sparuto gruppo di coraggiosi accerchiato da giornalisti assetati di scoop.
Il circo mediatico ben rappresentato da RAI, La7, tanti cameramen e reporter della carta stampata, blogger e web-tv. Più che una manifestazione di protesta contro il presunto coprifuoco annunciato dalla camorra, sembravamo una piazza telematica con strumenti hi-tech di ultima generazione collegata col mondo intero.

I cronisti si muovevano all'unisona ogniqualvolta giungeva un tizio. Si sperava sempre che fosse un indigeno, tutti i media a domandarsi «perché non ci sono abitanti del quartiere a manifestare?».
Eppure la riposta era semplice e banale, magari molti sono al lavoro?
Pina Picierno circondata dalle telecamere provava a spiegare il significato di questo raduno. La grande piazza rendeva ancora più esplicito l'assenza di persone, forse una cinquantina, in ogni istante si sperava nell'arrivo dei nostri (che però non giungeranno mai).

A rincuorare la folla ci ha pensato don Luigi Merola, il padre anticamorra, uno che ben conosce la realtà e le dinamiche di Scampia. Un breve discorso, tante pacche sulle spalle, saluti a tutti, un po' di calore in una serata artica.

Io, incuriosito dagli atteggiamenti dei presenti, giravo per l'enorme piazza, fotografavo le Vele, le persone, i giornalisti continuando la mia personalissima diretta via twitter.

 

 

Desideravo fornire ai reporter presenti un vero scoop, avrei voluto che non se ne andassero via delusi dalla pochezza della manifestazione. Con la coda dell'occhio destro ho intravisto in un angolo due giovinastri accendersi una sigaretta. Sprezzante di paura, sono corso verso loro ed a bruciapelo ho chiesto: «ehi ragazzi, siete dei drogati?» Spaventati da tanto ardone, i bambinoni sono scappati via.
Purtroppo non erano tossicodipendenti. Era un vero peccato, in un istante potevano diventare delle vere star, sarebbero stati intervistati, avrebbero chiesto loro un'opinione sul coprifuoco e poi su Monti, potevano comunicare al mondo intero la soluzione della crisi economica, parlare dello spread e del calcio-scommesse, sarebbero divenuti ben presto dei moralizzatori. Qualcuno avrebbe fondato una fan-page su facebook con milioni di iscritti, il loro futuro in politica era scontato. Un giorno li avrebbe attesi la poltrona di ministro della Sanità o della Giustizia..
Da Scampia a Roma, due di noi che ce l'hanno fatta.

Sfortunatamente, nella più grande piazza d'Europa per lo spaccio della droga, quella sera, non c'era un tossicodipendente che si bucasse in diretta tv.

Il gelo scendeva su Scampia, un diluvio era pronto a cadere su Napoli.
Chiusi la mia diretta via twitter inoltrando un messaggio d'amore disegnato su un pilastro del grande piazzale con uno spray rosso-passione "ti amo, Carmine e Maria".
Nonostante tutto, anche a Scampia é possibile l'happy end.

















 
[1271 letture]
 
 
Mostri categoria TV e media  Tutti i mostri di Febbraio
 Vedi tutti i mostri simili  Raccomanda questo mostro
 Segnala abuso  Persone on-line: 17
 

Il mostro di ieri
(06 Febbraio)

 

Il mostro di domani
(08 Febbraio)

 
 
Share |
 
 
 
Bacheca (nessun commento)

Non sono presenti commenti
(è possibile inviare commenti
solo per il mostro di oggi)
 
 
 
Mostri simili
 
  • 04 Maggio 2013: La finale dei cento metri stile libero: un sogno quasi realizzato
    Commenti: 0
     
  • 25 Marzo 2013: Il rifiuto-zero: la soluzione per la discarica-Terra
    Commenti: 0
     
  • 12 Novembre 2012: Il calcio propositivo di Montella ed il (mio) colesterolo: colpa di Mazzarri?
    Commenti: 1
     
  • 08 Novembre 2012: Dedicato agli eroi sconosciuti che donano sangue
    Commenti: 0
     
  • 27 Ottobre 2012: Giampiero Amandola, il giornalista razzista? No, solo un «mostro» spassoso
    Commenti: 0
     
  • 05 Giugno 2012: FantaMario, il supereroe nemico dei «mostri»
    Commenti: 0
     
  • 28 Maggio 2012: Il mistero del maggiordomo ladro: cinque domande per il Vaticano
    Commenti: 0
     
  • 25 Maggio 2012: Il messaggero del boss Provenzano
    Commenti: 3
     
  • 27 Aprile 2012: «Sul terreno ha lasciato 100milioni»: il doveroso sacrificio alla Belva
    Commenti: 0
     
  • 09 Aprile 2012: America’s Cup, io c’ero (nonostante la pioggia)
    Commenti: 0
     
  • 05 Aprile 2012: Il miraggio del tempo (libero)
    Commenti: 2
     
  • 21 Marzo 2012: «Diliberto al cimitero»
    Commenti: 1
     
  • 16 Marzo 2012: «Psyco», svelato il vero significato del capolavoro di Alfred Hitchcock
    Commenti: 0
     
  • 05 Marzo 2012: Cuba raccontata da Rosario, «l’eroe dei due mondi»
    Commenti: 3
     
  • 17 Febbraio 2012: L'italiano medio: siamo davvero così?
    Commenti: 0
     
  • 12 Gennaio 2012: Vita d'ufficio: cambio di sede, alla ricerca del collega-zero
    Commenti: 3
     
  • 28 Novembre 2011: Come ero (1974), come sono oggi (2011)
    Commenti: 5
     
  • 12 Ottobre 2011: L'aeroporto
    Commenti: 1
     
  • 01 Luglio 2011: Emergenza rifiuti a Napoli: arrivano i supereroi!
    Commenti: 0
     
  • 06 Giugno 2011: Il razzismo visto dagli occhi di un bimbo (nero)
    Commenti: 1
     
 

Parole più frequenti

Dubbio calcio ufficio
condizionata MOSTRI oggi
scatti lavoro Vita
editoriale chiuso Spagna
Berlusconi 2010 NATALE
BLOG Festa inchiesta
Presidente Perchè mostro
Italia rock tutti
Napoli Scampia PROTESTA
TELEVISIONE mia Beni
cosa contro giorno
Fuochi brioche Politica
Antonio Terra quieto
Mondo prima rifiuti

Newsletter Collabora Contatti FAQ Diario di bordo 
Seguici
Mario Monfrecola
webmonster
 

 



Risoluzione ottimale: 1152x864 Sito pensato, ideato e realizzato da Mario Monfrecola.
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest © 2005 by me.
PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.13 Secondi