faCCebook.eu - blog di denuncia: il mostro del giorno
Il mostro di Mercoledì 18 Aprile 2012
La favola di Trotino: piccoli leghisti crescono
 
 
Perchè questo mostro è stato proposto?

La sera, prima di addormentarsi, mio figlio mi chiede sempre di raccontargli una favola con i «mostri». Quale fonte migliore del telegiornale e della stretta attualità può fornire spunti per una storia fantastica e surreale? Come Trotino, l'eroe di questa fiaba moderna


Monster's Blog
Scritto da webmonster il 18/04/12
 

«Papà, mi racconti una storia?» è l'ultima richiesta di Paoletto prima di abbandonarsi al dolce dormir.
Dalle lenzuole emerge solo il piccolo viso, nel buio della stanzetta gli occhi ingenui e disincantati di un bimbo di quattro anni mi guardono ansiosi, pronti ad ascoltare una favola del suo papà.
«Papà, però ci devono essere pure i mostri!»
"Tutto suo padre" penso mentre cerco l'ispirazione. Poi l'illuminazione: cosa c'è di meglio della realtà per inventarsi una storia fantastica?

«C'era una volta un grande castello verde in un paese lontano. Insieme al principe Sinatur e la moglie Brown, viveva il piccolo figlio Renzino detto affettuosamente il Trotino

«Perché papà si chiama così?»
«Paolo, ascolta e chiudi gli occhi: prova a dormire mentre io continuo a raccontarti la favola ...»

 

 

«Un giorno il piccolo Trotino chiede: papi, ma tu che lavoro fai?»
«Trotino, ma che domanda è mai questa? Tu da grande cosa vuoi fare invece?» ribatte il suo papà sorpreso.
«Papi, io vorrei studiare tanto tanto e diventare medico. Voglio andare in Africa e aiutare i bimbi neri a guarire dalla febbre e anche tutti quelli che arrivano da noi con le barche.»
«Ma che cavolate dici? Chi ti ha messo in testa queste strane idee? Non perdere tempo con i libri e poi i marocchini devono restare a casa loro. Mettiti la canottiera anche tu e vieni con me, ti porto nel mio ufficio così impari quale è il lavoro di un vero uomo, altro che Africa e neri!»

Il piccolo Trotino indossa la canottiera bianca e col broncio segue il padre: salgono nella carrozza guidata dal loro fidato autista e dopo poco giungono in un grosso palazzo al centro del paese.

Il papà saluta i suoi amici, tutti vestiti con la cravatta verde. Agli occhi del Trotino sono personaggi strambi: c'è un orco che urla correndo nel corridoio "Andate via, non vi vogliamo!", un drago che minaccia per telefono "siete dei ladri, solo NOI siamo onesti e lavoriamo sodo", un serpente che - senza molta convinzione - sbraita "anche LORO devono pagare le tasse!".
Il Trotino, con l'ingenuità che contraddistingue i bimbi della sua età chiede: «papi, sono tutti arrabbiati qui? Ma perchè si comportano cosi questi mostri?»
«Figliolo, ci dobbiamo difendere dagli ALTRI. Poi, un giorno quando sarai grande capirai anche tu» ribatte il papi con una punta di orgoglio.

Finalmente giungono in ufficio dove li attende una strega con un grosse baule pieno di diamanti colorati.
«Sinatur, è appena arrivato un regalo per te» sghignazza la fattucchiera.
«Papi ho paura, chi è questa befana? Basta, torniamo a casa, voglio leggere i miei libri» implora il Trotino spaesato.
«Non ti preoccupare, è una mia vecchia amica. Però ora devo controllare il malloppo, non ti devi fidare di nessuno, ricordato che gli ALTRI ci possono sempre derubare ... infatti mancano dei gioielli!» urla il papi infuriato.
Ma la strega, con un incantesimo magico, era già svanita nel nulla.

Rabbuiato per il furto subito, Sinatur e Trotino interrompono la gita in ufficio e decidono di tornare a casa. Giunti nei pressi della loro loro dimora, trovano il grande castello verde completamente ricostruito: nuovo e luccicante, si innalza maestoso verso il cielo.

«WOW papi, ma chi è stato un mago?» chiede il Trotino con gli occhi spalancati dalla sorpresa.
«Non saprei figliolo ma che si ne frega? L'importante è che sia tutto gratis ed esentasse. Vuoi sempre diventare un dottore oppure vuoi fare il mio lavoro?» chiede il papi fiero.

«Papi, scusami ma non ho capito ancora che lavoro fai. Ho visto solo mostri cattivi e arrabbiati contro gli altri che poi non ho capito nemmeno chi sono questi altri. A me piace leggere, posso andare ora nella mia stanza a studiare ora? Magari così imparo chi sono questi ALTRI e possiamo conoscerli e capire ...»

«Ti è piaciuta la favola Paolo?» chiedo a bassa voce.
«Ronf ronf ronf ...» il mio angioletto, col sorriso stampato in volto, è sprofondato in un sonno dolce e profondo.
«Buonanotte piccolino, ora guardo il telegiornale così domani ti racconto il finale della storia».
Rimbocco il pargolo e vado via.

 
[327 letture]
 
 
Mostri categoria Politici  Tutti i mostri di Aprile
 Vedi tutti i mostri simili  Raccomanda questo mostro
 Segnala abuso  Persone on-line: 5
 

Il mostro di ieri
(17 Aprile)

 

Il mostro di domani
(19 Aprile)

 
 
Share |
 
 
 
Bacheca (3 commenti)
 
14:20

come dire: i figli saranno ciò che i padri gli insegnano

 
13:05

in fin dei conti, anche questa divertente favola ci lancia un messaggio positivo: studiare fa bene!

 
12:57

ahahahhahah Troppo forte Mario!! Complimenti!!

 
 
 
Mostri simili
 
  • 17 Aprile 2013: Juventus Primavera, piccoli «mostri» crescono
    Commenti: 1
     
  • 29 Gennaio 2013: Il Bene ed il Male, la risposta in una favola indiana
    Commenti: 0
     
  • 22 Aprile 2012: Earth Day 2012, il mio piccolo contributo
    Commenti: 1
     
  • 31 Gennaio 2012: La favola del ranocchio testardo
    Commenti: 0
     
  • 20 Aprile 2011: Piccoli gesti quotidiani per migliorare il mondo
    Commenti: 2
     
  • 20 Marzo 2011: Ibrahimovic, il piccolo grande giocatore (scorretto)
    Commenti: 0
     
  • 07 Dicembre 2010: Piccole voragini crescono
    Commenti: 8
     
  • 29 Settembre 2010: Solidarietà: la favola di Shay
    Commenti: 0
     
 

Parole più frequenti

padrone giorno Capodanno
Mondo Terra lavoro
Perchè BLOG tutti
diretta Beni nell’immaginario
lamentarti faCCebook nuovo
raccomandato rotto NATALE
cosa Italia Antonio
Scampia oggi mia
2010 Fuochi MOSTRI
contro Politica mostro
TELEVISIONE Vita folle
ufficio calcio Berlusconi
Massa chiuso rifiuti
felice Napoli mamma

Newsletter Collabora Contatti FAQ Diario di bordo 
Seguici
Mario Monfrecola
webmonster
 

 



Risoluzione ottimale: 1152x864 Sito pensato, ideato e realizzato da Mario Monfrecola.
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest © 2005 by me.
PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.36 Secondi