faCCebook.eu - blog di denuncia: il mostro del giorno
Il mostro di Giovedì 26 Aprile 2012
Campo rom abusivo di Giugliano, muore un bimbo di un mese (l’ipocrisia continua)
 
 
Perchè questo mostro è stato proposto?

Nessuno può immaginare in quale condizioni vivano i rom nei campi abusivi che affollano le periferie delle nostre città. A Giugliano, in provincia di Napoli, da qualche mese è sorto un nuovo insediamento composto da baracche fatiscenti e roulotte puzzolenti. Le istituzioni fingono per non intervenire per poi scandalizzarsi ogni volta che accade una tragedia (annunciata). Nessuno agisce nemmeno dopo l'ennesima morte di un bimbo di un mese, l'ipocrisia continua.


Monster's Blog
Scritto da webmonster il 26/04/12
 

Lunedi 23 aprile 2012, il Mattino di Napoli pubblica la tragica notizia: Bimbo di un mese muore nel campo rom. Aveva un forte raffreddore.

Il campo nomadi in questione è l'insediamento presente dietro il grande centro commerciale Auchan di Giugliano: se visitate la pagina "Dove siamo" noterete come la galleria di negozi si trovi a ridosso del discusso asse mediano, la strada oggetto di molteplici denunce sia per il degrado delle piazzole (adibite a discariche di rifiuti di ogni genere) sia perché attraversa la famigerata Terra dei Fuochi.

In questo degradato scenario, si possono scorgere tra le campagne di Giugliano fino ad Afragola (nei pressi dell'Ikea), piccoli e grandi agglomerati di roulotte fatiscenti, immersi in montagne di spazzatura non raccolta, con colonne di fumo nero che si alzano al cielo indice di roghi pericolosi e dannosi alla salute di tutti. Si intravedono i bimbi giocare tra strisce di immondizia, vivono senza acqua potabile e privi di corrente elettrica. Questi stanziamenti sono lager formati da baracche in rovina, lamiere bollenti in estate e gelide in inverno. Quando piove sono attraversati da fiumi d'acqua che trascinano via ogni tipo di munnezza.

 

 

Ovviamente il campo rom di Giugliano è abusivo ma contemporaneamente è tollerato dalle istituzioni che non intervengono né per bonificare l'area né per trovare una sistemazione civile agli occupanti. I politici locali conoscono la realtà ma - come accade nel resto d'Italia - fingono per non prendere provvedimenti e, davanti ai media, quando accade una tragedia prima si scandalizzano e poi promettono. Non appena si spengono i riflettori torna il silenzio su questo dramma sociale fino alla successiva disgrazia (una stufa che brucia in una roulotte, un incidente, un'infezione dovuta ai ratti ...)

Le foto che scattai nel settembre 2010 al campo rom di Scampia (sempre abusivo da più di vent'anni!) destarono un forte impatto emotivo: l'area (dove tutt'ora vivono i nomadi) sembrava Beirut dopo un bombardamento invece rappresentava solo l'ennesimo giorno di ordinaria follia, una situazione inimmaginabile per una persona normale, la quotidianità per i rom (se non mi credete, andate voi stessi a controllare: la situazione a distanza di due anni è inalterata).

Oggi pubblico le foto del campo rom di Giugliano, icona di tanti altri insediamenti abusivi.

Ho rubato questi due scatti sostando per pochi istanti sull’asse mediano che sorvola l’insediamento, tra auto che sfrecciavano a tutta velocità e gli stessi rom che mi minacciavano dal basso.
Immagino che i nomadi non siano stati contenti di essere fotografati come “fenomeni da baraccone” ma, in realtà, stavo lavorando per loro: denunciare l’immobilità e l’ipocrisia delle istituzioni potrebbe servire a migliorare le condizioni estreme nelle quali sono costretti a vivere.

Propongo una (triste) scommessa: io affermo che fra due anni potrò riscrivere un articolo sul campo rom abusivo di Giugliano con le stesse parole e foto.
Sarò ben felice di perdere ma penso proprio che non corro nessun rischio (purtroppo).



 
[1347 letture]
 
 
Mostri categoria Disastri  Tutti i mostri di Aprile
 Vedi tutti i mostri simili  Raccomanda questo mostro
 Segnala abuso  Persone on-line: 12
 

Il mostro di ieri
(25 Aprile)

 

Il mostro di domani
(27 Aprile)

 
 
Share |
 
 
 
Bacheca (3 commenti)
 
14:10

Gli stessi proventi di questa illegalità non vengono utilizzati per "migliorare" le loro condizioni di vita inteso come possiamo intenderlo noi, ma per altri scopi che adesso non è il caso di sottolineare. La tolleranza? fino a un certo punto... scusate la sincerità!

 
14:09

Dunque il problema non va individuato solo nelle istituzioni "distratte", ma anche e soprattutto nelle loro abitudini di vita. Essi, proprio per cultura nomade, sono dediti all'accattonaggio e ad altre forme più o meno gravi di illegalità (prevalentemente i furti negli appartamenti), praticate non per sopravvivenza, ma proprio per cultura

 
11:52

Quello dei ROM (e delle loro condizioni di vita) pare non sia un problema solo italiano ma di sicuro lo è delle zone del sud-italia. Alcuni anni fa in una città del nord il comune assegnò un considerevole numero di appartamenti in case popolari (che di popolare avevano poco) ma i ROM dopo averli occupati, preferivano andare a dormire nelle roulotte che avevano in sosta nei parcheggi condominiali. E dentro gli appartamenti tenevano polli e galline (in un appartamento furono trovate anche 2capre)

 
 
 
Mostri simili
 
  • 03 Marzo 2013: Totti, il papà campione
    Commenti: 0
     
  • 21 Dicembre 2012: Come respingere la tempesta di messaggini natalizi?
    Commenti: 0
     
  • 03 Settembre 2012: Faida di Scampia: le riflessioni della casalinga di Voghera
    Commenti: 1
     
  • 29 Giugno 2012: Capodichino, brucia il campo ROM abusivo: tragedia annunciata (e invisibile)
    Commenti: 0
     
  • 13 Giugno 2012: Euro2012, Scampia sempre «dentro la notizia»
    Commenti: 2
     
  • 04 Giugno 2012: Calcioscommesse: le reazioni del Governo
    Commenti: 0
     
  • 25 Maggio 2012: Il messaggero del boss Provenzano
    Commenti: 3
     
  • 12 Aprile 2012: Edu Vargas, campione o bidone?
    Commenti: 0
     
  • 06 Aprile 2012: Pato e il nuovo infortunio: torna presto campione!
    Commenti: 0
     
  • 19 Marzo 2012: Il diritto negato del parcheggiatore (abusivo)
    Commenti: 5
     
  • 06 Marzo 2012: Il bimbo-adulto ed il diritto alla noia
    Commenti: 5
     
  • 04 Marzo 2012: Ibrahimovic, professore in campo asino fuori
    Commenti: 0
     
  • 07 Febbraio 2012: «Occuyscampia», io c'ero
    Commenti: 0
     
  • 02 Febbraio 2012: Abito a Scampia, sono una persona normale ma non #occupyscampia
    Commenti: 5
     
  • 22 Gennaio 2012: Totti, la bandiera della Roma che sventola ancora
    Commenti: 0
     
  • 21 Gennaio 2012: Pepe calpesta Messi, Rooney: «E' un idiota»
    Commenti: 0
     
  • 05 Gennaio 2012: Scampia, testimonianze dall'antica Roma
    Commenti: 2
     
  • 19 Dicembre 2011: La televisione, elettrodomestico superato
    Commenti: 0
     
  • 22 Novembre 2011: Scampia, il benvenuto ai turisti (basta non nominare droga e camorra)
    Commenti: 1
     
  • 20 Ottobre 2011: Roberta ha cambiato mestiere
    Commenti: 10
     
 

Parole più frequenti

Italia Politica Perchè
viventi Mondo contro
chiuso Fuochi mostro
2010 Abete rifiuti
rock Francesco lavoro
donano Metalmeccanici NATALE
cosa esimo Terra
calcio Berlusconi mia
MOSTRI Napoli Scampia
oggi anni BLOG
ufficio tutti Beni
TELEVISIONE TROPPO motociclismo
giorno Antonio MostriMondiali
Minzolini Vita Emergenza

Newsletter Collabora Contatti FAQ Diario di bordo 
Seguici
Mario Monfrecola
webmonster
 

 



Risoluzione ottimale: 1152x864 Sito pensato, ideato e realizzato da Mario Monfrecola.
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest © 2005 by me.
PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.12 Secondi