faCCebook.eu - blog di denuncia: il mostro del giorno
Il mostro di Mercoledì 02 Maggio 2012
E all'improvviso il web si riempì di «nuvole»
 
 
Perchè questo mostro è stato proposto?

Cos'è il «cloud computing»? Oggi sul web non si parla d'altro che di «nuvole»: tutti offrono uno spazio pronto a seguirci ovunque ma quale principio e quali conseguenze porterà nel prossimo futuro la diffusione di questa nuova idea semplice e rivoluzionaria? A voi le mie prime impressioni


Monster's Blog
Scritto da webmonster il 02/05/12
 

Se chiedete in giro cosa sia il «cloud» il 99% degli intervistati sgranerà gli occhi e resterà a bocca aperta senza proferire una parola. Armati di buona volontà, spiegherete loro: «il cloud, la «nuvola» che ti segue ovunque tu vada!» e allora, quasi certamente, vi ritroverete la solita battutaccia «ah, certo la nuvola di Fantozzi?»

Quale sia la definizione del «cloud» lo potete leggere voi stessi cercando via internet, la letteratura è ampia visto l'estrema attualità dell'argomento. Non vergognatevi, potete anche partire dalla pagina di Wikipedia.

In questo post, invece, vorrei descrivere le mie prime impressioni sull'utilizzo della «nuvola».

 

 

Il «cloud» è un hard disk sempre al mio fianco. La sua capacità è variabile (dipende a chi mi rivolgo e quanto voglio spendere), l'accesso è rapido ed immediato: posso gestirlo via smartphone, dal computer o qualsiasi altro dispositivo collegato alla Rete.
Il vantaggio, rispetto al passato, è lampante: la «nuvola» è in "cielo" e come tale non occupa spazio (fisico), è indistruttibile ed è un'entità mobile che mi segue sempre&ovunque, non mi devo preoccupare del backup dei dati e della sicurezza, ogni volta che carico un file sulla «nuvola» questo è automaticamente visibile da tutti i sistemi collegati (ricordate la pubblicità della Apple? Scatti una foto con l'Iphone e te la ritrovi, senza dover far nulla, sull'Ipad e sul Mac).

Tra i tanti «cloud computing» disponibili, ho provato il nuovo serivizio di BigG, Google Drive.

Se si possiede già un account, il link compare direttamente nella barra di Gmail altrimenti occorre registrarsi.
Come tutti i prodotti della società di Mountain View, è facile da usare: sul computer GDrive si presenta come una nuova cartella di Windows, sul web con una semplice interfaccia grafica (che ricorda GoogleDoc), sullo smartphone con un app che richiama l'applicazione internet. Qualsiasi file copiato sulla «nuvola» compare immediatamente sulla cartella del computer, sul sito web e sul cellulare perfettamente sincronizzati!
Notevole (il servizio è gratuito con 5GB disponibili).

Un altro interessante uso del «cloud» l'ammiro ogni volta che acquisto un e-book tramite il mio Kindle: lo compro ed il download avviene sull'e-reader, sullo smartphone tramite l'app di Amazon e sul computer mediante l'apposito software. In archivio (cioè sulla «nuvola») ho sempre a disposizione tutti i libri acquistati, sui dispositivi quelli che desidero leggere. Da notare che quando consulto un e-book questo si apre precisamente all'ultima pagina letta (indipendentemente da dove io abbia consultato il libro).

Con un uso di massa dei vari servizi di «cloud computing» non è difficile prevedere - in un futuro non molto lontano - la fine di tutti quei supporti fisici utilizzati per immagazzinare i dati: penso, ad esempio, alle pen-drive oppure agli stessi CD e DVD. Meno supporti meno rifiuti elettronici, già ciò dovrebbe invogliarci a provare questa nuova tecnologia.

Forza ragazzi, la vostra fedele «nuvola» è già pronta all'uso, aspetta solo un vostro fischio per attivarsi e seguirvi

 
[1261 letture]
 
 
Mostri categoria Tecnologie  Tutti i mostri di Maggio
 Vedi tutti i mostri simili  Raccomanda questo mostro
 Segnala abuso  Persone on-line: 41
 

Il mostro di ieri
(01 Maggio)

 

Il mostro di domani
(03 Maggio)

 
 
Share |
 
 
 
Bacheca (nessun commento)

Non sono presenti commenti
(è possibile inviare commenti
solo per il mostro di oggi)
 
 
 
Mostri simili
 
  • 14 Agosto 2011: Storie di cuccioli in giro sul web
    Commenti: 0
     
  • 02 Agosto 2010: Un mostro di convenienza: il nostro SPONSOR PcWebOk
    Commenti: 2
     
  • 22 Luglio 2010: Baia Domitia, nuvole di rock
    Commenti: 0
     
  • 14 Ottobre 2009: Mario Monfrecola, webmonster di faccebook.eu da inizio alle attività sui MOSTRI!
    Commenti: 4
     
 

Parole più frequenti

tramonto mia trattenere
Beni Fuochi Berlusconi
luoghi faCCebook TELEVISIONE
Scampia carciofo tutti
Vita perduto 2010
Antonio gay Brad
BLOG Bagnoli Italia
rifiuti chiuso Perchè
Terra Politica NATALE
calcio cento oggi
celebrare mostro contro
cosa cervello lavoro
giorno Mondo MOSTRI
Napoli dopo ufficio

Newsletter Collabora Contatti FAQ Diario di bordo 
Seguici
Mario Monfrecola
webmonster
 

 



Risoluzione ottimale: 1152x864 Sito pensato, ideato e realizzato da Mario Monfrecola.
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest © 2005 by me.
PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.10 Secondi