faCCebook.eu - blog di denuncia: il mostro del giorno
Il mostro di Venerdì 29 Giugno 2012
Capodichino, brucia il campo ROM abusivo: tragedia annunciata (e invisibile)
 
 
Perchè questo mostro è stato proposto?

Ancora un rogo in un campo ROM abusivo. Stavolta in piena città, un dramma ambientale annunciato che si poteva evitare. Bastava ascoltare le denunce del 2010. I cittadini denunciano, le Istituzioni latitano, i media tacciono


Monster's Blog
Scritto da webmonster il 29/06/12
 

Come tutti gli italiani, anche io ieri - verso le diciotto - rientravo a casa per assistere all'incontro dell'anno, la sfida tra gli spaghetti tricolori ed i crauti tedeschi.

Giunto a Capodichino, nei pressi dell'aeroporto di Napoli, una fortissima puzza di plastica bruciata ha invaso la mia Skoda. Mi sono subito guardato intorno alla ricerca della solita, famigerata e tristemente nota colonna di fumo nero indice di un rogo illegale, marchio di fabbrica della Terra dei Fuochi, la denominazione usata da Roberto Saviano per delimitare la zona tra Napoli Nord e Caserta ove, quotidianamente, vengono bruciati in modo illegale materiali pericolosi (come testimoniato dalle innumerevoli pubblicazioni sul relativo gruppo facebook)

E' ormai nota l'esistenza di un'economia parallela basata sullo smaltimento illecito di pneumatici, materiali edili, scarti edilizi, ingombranti, elettrodomestici, rifiuti della piccola industria ... che, invece di seguire l'iter che la legge imporrebbe, vengono semplicemente bruciati nelle campagne della terra dei fuochi. Questi maledetti roghi sprigionano nell'aria diossina e diffondono veleni che noi cittadini respiriamo con conseguenze drammatiche per la nostra salute.

La strada che congiunge l'affollato quartiere Secondigliano con Capodichino è sempre trafficata. La presenza dei vigili urbani è necessaria vista la vicinanza dell'Ospedale Don Bosco ove funziona il Pronto Soccorso, punto di riferimento per tutti coloro che giungono dalla provincia. Inoltre, è presente sempre una pattuglia dell'esercito che sorveglia il vicino aeroporto militare.

 

 


Lungo questa via ci sono gli "ex edifici della Coca-Cola", ad indicare che - in un passato non molto lontano - erano presenti gli uffici della famosa multinazionale americana. Oggi sono palazzi abbandonati, in uno stato di degrado totale.

Queste strutture sono state la dimora di nomadi e vagabondi per anni: gente che viveva in un condizioni di assoluto abbandono, in ambienti luridi senza acqua ne luce, privi di ogni servizio, ricoperti di spazzatura, un inferno in piena città.
Un giorno è successo l'inverosimile: squadre di vigili urbani, poliziotti, carabinieri e vigili del fuoco hanno sfrattato queste persone ripristinando un'apparente « normalità».

Sono andati tutti via ma intorno è rimasta la discarica piena di macerie e rifiuti senza che nessuno si preoccupasse di bonificare quel lager. Per un lungo periodo, quel famigerato luogo è stato sorvegliato da una pattuglia dei vigili urbani e tutto è filato liscio. Una mattina di qualche settimana fa. recandomi al lavoro, non ho visto più i guardiani sorvegliare il fortino ed all'interno del lager ho visto muoversi delle ombre sospette: i nomadi stavano ritornando nella loro casa.

Ieri mattina ho letto su Il Mattino la notizia, naturale conseguenza del degrado sociale del luogo: Capodichino, incendio al campo rom. In fiamme gomma e plastica

Eppure, già dal 2010 avevo denunciato la discarica a cielo aperto di Capodichino, l'assurda situazione del campo ROM abusivo con i continui roghi e l'assenza dello Stato

Tutti sapevano, nessuno è intervenuto ... fino a ieri quando è scoppiata l'ennesima, triste, annunciata (ed evitabile) tragedia ambientale.

Questa mattina sono tornato sul luogo del misfatto, l'ex edificio della Coca-Cola emetteva ancora sinistri fumi neri, con i pompieri impegnati a spegnere gli ultimi roghi. Da queste parti, evidentemente, questa notte non c'è stato molto da festeggiare.
State tranquilli però, queste immagini nessun telegiornale ve le mostrerà mai.





 
[1155 letture]
 
 
Mostri categoria Disastri  Tutti i mostri di Giugno
 Vedi tutti i mostri simili  Raccomanda questo mostro
 Segnala abuso  Persone on-line: 15
 

Il mostro di ieri
(28 Giugno)

 

Il mostro di domani
(30 Giugno)

 
 
Share |
 
 
 
Bacheca (nessun commento)

Non sono presenti commenti
(è possibile inviare commenti
solo per il mostro di oggi)
 
 
 
Mostri simili
 
  • 06 Maggio 2013: Terra dei Fuochi: Capodichino, brucia l’ennesimo deposito
    Commenti: 0
     
  • 05 Marzo 2013: Napoli, la «guerra civile» brucia la Città della Scienza
    Commenti: 0
     
  • 03 Marzo 2013: Totti, il papà campione
    Commenti: 0
     
  • 03 Settembre 2012: Faida di Scampia: le riflessioni della casalinga di Voghera
    Commenti: 1
     
  • 13 Giugno 2012: Euro2012, Scampia sempre «dentro la notizia»
    Commenti: 2
     
  • 26 Aprile 2012: Campo rom abusivo di Giugliano, muore un bimbo di un mese (l’ipocrisia continua)
    Commenti: 3
     
  • 12 Aprile 2012: Edu Vargas, campione o bidone?
    Commenti: 0
     
  • 06 Aprile 2012: Pato e il nuovo infortunio: torna presto campione!
    Commenti: 0
     
  • 19 Marzo 2012: Il diritto negato del parcheggiatore (abusivo)
    Commenti: 5
     
  • 04 Marzo 2012: Ibrahimovic, professore in campo asino fuori
    Commenti: 0
     
  • 07 Febbraio 2012: «Occuyscampia», io c'ero
    Commenti: 0
     
  • 02 Febbraio 2012: Abito a Scampia, sono una persona normale ma non #occupyscampia
    Commenti: 5
     
  • 22 Gennaio 2012: Totti, la bandiera della Roma che sventola ancora
    Commenti: 0
     
  • 05 Gennaio 2012: Scampia, testimonianze dall'antica Roma
    Commenti: 2
     
  • 22 Novembre 2011: Scampia, il benvenuto ai turisti (basta non nominare droga e camorra)
    Commenti: 1
     
  • 08 Ottobre 2011: facebook, promessa non mantenuta
    Commenti: 0
     
  • 20 Settembre 2011: Evasione fiscale a Scampia, il ritorno dei contrabbandieri di sigarette
    Commenti: 6
     
  • 05 Settembre 2011: L'uomo invisibile, un bimbo ne svela l'identità
    Commenti: 0
     
  • 28 Giugno 2011: Campo ROM di Scampia, l’inceneritore di rifiuti tossici no-stop
    Commenti: 4
     
  • 25 Maggio 2011: Scampia, la verità del «Parco dei Ciliegi» sulla raccolta differenziata
    Commenti: 16
     
 

Parole più frequenti

aria Politica mostro
Mentana abitudine Vita
Napoli NATALE MOSTRI
Aldegani indovinello giocato
formula1 mia Berlusconi
Scampia Perchè 2010
chiuso Antonio calcio
ufficio Fuochi rifiuti
Pirlo cosa Sei
Italia BLOG centrale
Terra tutti Festa
Mondo raccomandato contro
Beni genitore TELEVISIONE
lavoro giorno oggi

Newsletter Collabora Contatti FAQ Diario di bordo 
Seguici
Mario Monfrecola
webmonster
 

 



Risoluzione ottimale: 1152x864 Sito pensato, ideato e realizzato da Mario Monfrecola.
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest © 2005 by me.
PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.09 Secondi