faCCebook.eu

Sbatti il mostro in homepage!

Bianco e nero: la foto ci guadagna?

Bianco e nero vs colore

Il medesimo scatto suscita sensazioni diverse: il primo, in bianco e nero, richiama alla mente il tempo che fu – perché al sottoscritto, l’immagine priva dei colori è un salto all’indietro …

Bianco e nero, perché (a volte) è meglio

… la seconda, l’originale, è la foto priva di ritocchi ed immortala – in tutta la sua semplicità – un giorno qualsiasi sul litorale domitio con la sedia di un bagnante per scrutare il mare, l’eterno movimento.

Bianco e nero, perché (a volte) è meglio

Bianco e nero, quando preferirlo?

Ad ogni foto, la domanda sorge spontanea: quando proporre una foto oscurata dei colori originali?

Il volto di un anziano?
Un panorama dove lo sguardo si perde nell’infinito?
L’immagine anticata?

E se applico il filtro e rovino lo scatto originale?

Nonostante i mille «mostri» catturati con un clic dello smartphone, non ho ancora trovato la giusta risposta.

Porta con te i «mostri» di faCCebook ovunque tu vada! Scarica l'app ufficiale di faCCebook per Android

Se la foto è introspettiva?

Nemmeno il mio amico Mario Cavaliere, instagramer di successo fornisce la soluzione: per lui, lo scatto in bianco e nero è introspettivo.

E per voi, amici Lettori?
Aiutatemi a sciogliere il dilemma: quando applicare il filtro ed eliminare i colori?


Ti è piaciuto questo post? Ricevi la newsletter

Commenta via facebook

Commenti

Previous

Come preparare biscotti fatti in casa saporiti (e salutari)

Next

L’Italia di Conte: operaia e vincente (ma inguardabile)

1 Comment

  1. Mario Monfrecola

    Il mio amico Fabio De Riccardis, fotografo per passione, mi invia un commento che condivido con tutti voi:
    Grazie Fabio!

    Ciao Mario,
    Intanto non esiste una risposta in assoluto corretta.
    La fotografia è linguaggio visivo e ciascun fotografo deve sentirsi libero di esprimersi come crede… bianco e nero, a colori, mosso, sfocato… sono tutti mezzi per esprimere qualcosa…

    Non necessariamente quindi il bianco e nero richiama il tempo che fu… ci sono foto di denuncia sul presente dove l’assenza di colori non distrae.
    Ci sono foto a colori che per il soggetto ritratto o la particolare posa richiamano un passato che non c’è più

    Fino a qualche tempo fa si preferiva il bianco e nero analogico perché era facile stampare in camera oscura. Ora con il digitale non c’è questa necessità e quindi la scelta è ancor di più una scelta espressiva

    Io per esempio preferisco il bn quando voglio evidenziare i contrasti di luce o quando ci sono varie tonalità di grigi.
    Sul colore bisogna fare più attenzione perché ci sono colori forti come il rosso che attirano (e se il centro d’interesse della foto è in un altro punto inevitabilmente distraggono).
    E poi ci sono colori che si abbinano bene tra loro e colori che disturbano…

    Insomma, il tema è complesso e semplice insieme… vale l’istinto e qualche regola base per esprimere al meglio ciò che decidiamo di visualizzare, non solo per noi che scattiamo ma anche per chi guarda

Lascia un commento

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén

Translate »