Puzzi, il gatto adottato

«Ferma subito!» urla mio fratello.
D’istinto, inchiodo l’auto sull’asfalto.

Il ricordo di una serata d’inverno di tanti fa (venti?) è ancora vivido.

Con una velocità a lui ignota, Luca esce dall’auto per precipitarsi sul bordo strada.
Tornerà dopo pochi secondi: tra le mani, un ciuffo di peli rinsecchiti coprono due ossa sottili.

Un gattino appena nato, abbandonato senza pietà da un «mostro».
Con gli occhi della paura, il felino si guarda intorno terrorizzato.

Mio fratello l’ha già adottato e conoscendo la sua proverbiale testardaggine, risulta inutile qualsiasi ragionamento razionale.

«Come puzza!» protesto e metto in moto.
«Puzzi! Lo chiameremo Puzzi!» ribatte mentre accarezza con dolcezza il piccolo animale.

Puzzi, il nostro gatto speciale

Un gatto speciale

In famiglia non eravamo mai andati oltre Abramo, il pesciolino rosso.
Allora (anni novanta) i cellulari non esistevano e quando ci presentammo con la sorpresa a quattro zampe scoppiò la rivoluzione.

Non esisteva internet ma i veterinari sì: curammo il piccolino e Puzzi divenne il nostro gatto speciale, coccolato e viziato 🙂

Puzzi, da gatto abbandonato a gatto felice

Friskies e la campagna #Inseparabili

La campagna Inseparabili lanciata da Friskies è ambiziosa: donare fino a 1 milione di pasti per sostenere i 25 mila Puzzi abbandonati presenti nei rifugi ENPA in attesa di un’adozione.

La forza di un’iniziativa si misura anche dalle emozioni che suscita: Friskies ha generato un salto temporale riportando a galla le mille avventure del nostro gatto, i guai che combinava, i momenti magici che ci regalava.

Un amore a quattro zampe inspiegabile.
Come resta inspiegabile l’abbandono del «padrone».

Puzzi, il nostro gatto adottato

Come funziona

Tra settembre ed ottobre, ogni cinque confezioni vendute di prodotti FRISKIES, verrà donato un pasto ad ENPA.

Al termine della campagna donazione, FRISKIES provvederà a testimoniare sul proprio sito i risultati dell’iniziativa e a documentare la consegna delle donazioni presso le strutture coinvolte (la trasparenza prima di tutto).

Non ci resta che riempire il milione di ciotole per i nostri amici a quattro zampe.

Puzzi ringrazia.

Buzzoole

Commenta via facebook

Commenti