L’odio per il Natale

“Gentile Beni, da otto anni odio il Natale.
La mia psicologa dice che l’odio deriva da ciò che prima era amore.
Il mio ragazzo mi lasciò a Maggio, ma si chiamava Natalino.
Mi dai un consiglio?”
PasqualinaZu

Se l'amore finisce a Natale ...

Antonio P. Beni risponde

Cara PasqualinaZu,
Il Natale è una festa che è sempre esistita, anche prima della nascita di Gesù.

Nei secoli religione e paganesimo hanno modificato il suo nome, lasciando invariato il risultato: gente piena di cibo mangiato con parenti ubriachi.

A differenza tua, mio cugino perse il suo amore proprio il 25 dicembre.

Ricordo le sue lacrime scendere copiosamente sul menù natalizio, facendo diventare tutti tristi.
Anche Babbo Natale, che allora esisteva, pianse.

Zia Ghida, pace alla sua anima, gli consigliò di immergere la punta del naso e poi quella del sedere, in due litri di vino bianco ghiacciato.
Il risultato fu incredibile, mio cugino dimenticò la perdita del suo amore.

Forse per il principio di congelamento, forse per aver bevuto tutto il vino riscaldato sapientemente, seppur fatto col culo.

Solo ghiacciando altre parti del tuo corpo, scioglierai il tuo cuore e potrai augurare un buon Natale.

Porta con te i «mostri» di faCCebook ovunque tu vada! Scarica l'app ufficiale di faCCebook per Android

Chi è Antonio P. Beni, esperto in aMORE

Scrivi ad Antonio P. Beni





Acquista l’ebook di Antonio P, Beni!

Le cose degli Altri è anche cartaceo


Ti è piaciuto questo post? Ricevi la newsletter

Commenta via facebook

Commenti