faCCebook.eu

Sbatti il mostro in homepage!

Tag: Mark Zuckerberg

SMAU Napoli, faCCebook non è facebook!

SMAU Napoli, confermata la mia presenza

Anche se raffreddato, tranquillizzo gli organizzatori dello SMAU Napoli: ci sarò.
L’attesa per la mia partecipazione, mai come quest’anno, è spasmodica.
Lo testimoniano i tre inviti ricevuti.

Porta con te i «mostri» di faCCebook ovunque tu vada! Scarica l'app ufficiale di faCCebook per Android

Due inviti VIP ed un ingresso omaggio

Il primo, un invito VIP dalla Regione Campania via posta ordinaria.
Segue un ingresso omaggio giunto via e-mail direttamente dal fornitore host di faCCebook.eu, main sponsor dell’evento tecnologico campano.
Infine, la stessa organizzazione dello SMAU, per assicurarsi la presenza del sottoscritto, spedisce un terzo invito VIP per presenziare alla nuova «rivoluzione industriale» che parte da Napoli.

SMAU Napoli, ci sarò (perché faCCebook non è facebook!)

SMAU Napoli, ci sarò (perché faCCebook non è facebook!)

SMAU Napoi, la telefonata degli organizzatori

«Signor Mario, volevamo accertarci: ha ricevuto l’invito per lo SMAU Napoli?».
Al telefono, una gentile voce (milanese) chiede se ho completato la registrazione sul sito ufficiale e parteciperò ai workshop.
Stupito, confermo la presenza per il pomeriggio di venerdì 11 dicembre, il giorno di chiusura dell’evento.

faCCebook è anche su Telegram: unisciti al canale!

L’equivoco: faCCebook non è facebook!

D’accordo, la mia reputazione digitale è cresciuta dopo il lancio dell’app ufficiale di faCCebook.

Ma tre inviti ed una telefonata non me l’aspettavo proprio.

Un dubbio sorge spontaneo: gli organizzatori dello SMAU pensano che il sottoscritto sia il braccio destro di Mark Zuckerberg?

Visto l’assonanza dei nomi tra faCCebook.eu – il mio piccolo «blog dei mostri» ed il mastodontico social network più famoso al mondo – i responsabili degli inviti sono vittima di un clamoroso equivoco?

A breve lo scoprirò.
Nel mentre ringrazio gli organizzatori per l’attenzione e, casomai il comitato d’accoglienza insieme al Sindaco di Napoli con fascia tricolore, mi ricevesse con tutti gli onori del caso, preparo un discorso sui «mostri».

Mai essere impreparati alle opportunità offerte dalla vita.


Ti è piaciuto questo post? Ricevi la newsletter

Facebook, ecco il commento più digitato

facebook, gli ultimi 100 commenti?

E’ evidente, il 99% degli utenti registrati a facebook genera contenuti inutili.
Difatti, il mondo dell’informazione vivrebbe bene anche senza i milioni di post digitati da ogni angolo del Pianeta da chiunque.

La mia amara considerazione non vuole essere una critica al citizen journalism ovvero il giornalismo partecipativo bensì a tutti coloro che utilizzano i social network in modo distorto.

Per dimostrare la mia tesi, ho analizzato gli ultimi cento commenti dei miei «amici» presenti sul sito di Mark Zuckerberg.

facebook, l'isola dei commenti superflui

Uno studio senza precendenti

Uno studio serio (e senza precedenti) su un vasto campione che ben rappresenta la popolazione globale: i miei contatti vanno dallo studente (di ogni ordine e profitto) fino al professore universitario, dall’imprenditore al disoccupato, non manca la casalinga di Voghera e nemmeno la donna in carriera.

Sportivi, obesi, ristoranti e attività commerciali, esperti informatici e cialtroni, nonne, zie, mamme e papà, single, amanti, suocere … i miei «amici» accedono dal pc di casa e dal computer dell’ufficio, via smartphone e con i tablet di ultima generazione.

E cosa scrivono di tanto interessante?

faCCebook è anche su Telegram: unisciti al canale!

Il commento più digitato

Condividono contenuti già condivisi da altri utenti creando un circolo vizioso senza fine (privo di valore aggiunto).

Si potrebbe pensare che il meglio del superfluo lo si legga nei giorni delle ricorrenze, i compleanni su tutti.

E’ vero, si sprecano le frasi profonde e sincere al festeggiato di turno («auguri») ma la mia indagine smentisce questo luogo comune e fornisce un risultato sorprendente: il commento più scritto su facebook è lo sbalorditivo, intenso, appassionato, filosofico «AHAHAHHAH».

Da notare: la potenza di questo commento mette fine a qualsiasi conversazione.
AHAHAHHAH


Ti è piaciuto questo post? Ricevi la newsletter

E’ morto facebook, evviva facebook!

faCCebook, la nuova fanpage

Ed Hutchinson vi saluta.
Dopo aver servito con onore la Patria per tre lunghissimi anni, aver condiviso migliaia di link a post di denuncia, dopo aver pubblicato foto e video per smascherare i peggiori «mostri» sulla piazza, aver inviato “poke” di solidarietà, stretto amicizia con quasi duemila cittadini, il giornalista modello, l’uomo tutto d’un pezzo che non si piega ai ricatti e non teme le minacce, abbandona la scena (virtuale).

Da oggi, il profilo ufficiale con il quale ho frequentato facebook è – di fatto – dismesso.
Mi spiego meglio: Ed Hutchinson va in pensione, è fuori servizio, out of order, dead code, account non più aggiornato, scegliete Voi.

La mia esistenza sul social network creato da Mark Zuckerberg continua tramite la nuova fan page di faCCebook.eu: cliccate sul famoso “Mi piace” per continuare a ricevere gli aggiornamenti del blog dei “mostri” direttamente sulla vostra bacheca.

Per Voi, amiche ed amici Lettori, non cambia nulla; io, invece, riuscirò nel mio intento: vivere in modo impersonale facebook.

faCCebook.eu, la nuova fan page

Perchè cambiare

E’ proprio questo il motivo del cambiamento.

Nonostante abbia scritto a chiare lettere che Ed Hutchinson non sia io, continuo a ricevere messaggi privati, tag a foto di famiglia ed inviti di amici, colleghi e parenti.

Desideravo solo uno spazio nella più affollata piazza web del momento per distribuire volantini, essere presente come “personaggio” ma non come persona (fisica) ed invece ho fallito.

Al mea culpa (è vero, avrei dovuto da subito creare la fan page come fanno tutte le rock star) va associata l’ignoranza dell’utente medio, l’osmosi tra pubblico e sfera privata, tra tutto ciò che è reale e ciò che non lo è, la superficialità nell’accettare un’amicizia, la facilità con la quale si condividono foto personali e confidenze intime al mondo intero.

Quest’uso infantile del web a me disgusta.

Porta con te i «mostri» di faCCebook ovunque tu vada! Scarica l'app ufficiale di faCCebook per Android

La richiesta

Vi chiedo cortesemente di cancellare Ed Hutchinson dalle vostre “amicizie” facebook e – chi lo desidera – spostare la vostra attenzione sulla fan page di faCCebook.eu.
Grazie.


Powered by WordPress & Theme by Anders Norén

Translate »