faCCebook.eu

Sbatti il mostro in homepage!

Tag: street art

Salviamo il Gigante Verde [FOTO]

Gigante Verde, murales in agonia

La grossa bocca spalancata e l’occhio sinistro presentano evidenti colpi d’incuria.
Le portentosi mani consumate, segni palesi della mancanza di adeguate cure.
Parti di dita cancellate.

Il Gigante Verde è a pezzi.
Corroso dagli agenti atmosferici, rischia la morte.

Il magnifico murales dipinto lungo la facciata dell’ex OPG – l’Ospedale Psichiatrico Giudiziario di via Imbriani – sta svanendo.
Un lento dissolvimento, un inesorabile destino dovuto all’assenza totale di manutenzione.

Già, la manutenzione: a chi tocca proteggere il Gigante Verde?

Il Gigante Verde di via Imbriani rischia la morte

La manutenzione, questa sconosciuta

Il murales, esempio di street art, capace di mutare un edificio normale in un quadro da ammirare.
I colori contro il degrado, la fantasia per depennare l’anonimato e caratterizzare una parte del quartiere.

Perfetto.
Siamo tutti d’accordo.

Eppure, osservando la sofferenza del Gigante Verde, i conti non tornano:: a chi tocca restaurare queste opere d’arte?

La domanda può essere estesa ai tanti monumenti distribuiti per Napoli.

Dopotutto, tra i nostri doveri, rientra anche la conservazione della «bellezza», la prima arma per combattere i tanti «mostri» urbani.

E allora, perché cotanta indifferenza?

faCCebook è anche su Telegram: unisciti al canale!

Gigante Verde: le foto dell’agonia


Restiamo in contatto: ricevi la newsletter

«O mast fa e’ fierr e e fierr fanno o’ mast» [MURALES]

Il murales di salita Pontecorvo

Song’ ‘e fierr ca’ fann ‘o mast
(sono i giusti utensili che ti fanno capomastro)

Il murales di salita Pontecorvo mi ricorda la cassetta dei ferri che conservo in casa.
Pinze, martelli, cacciaviti da utilizzare nel momento del bisogno.
Almeno in un primo tentativo, per tamponare l’imprevisto sorto tra le mura domestiche.

Poi, superato il panico e l’emergenza, se non risolvo, ricorro all’intervento dell’esperto: il masto.
Che giungerà con la tuta da lavoro, il giovane ragazzo al seguito pronto a carpire i segreti del capomastro e l’immancabile cassetta dei ferri – quella professionale.

Con l’esperienza e gli utensili giusti, riparerà il guasto casalingo (e presenterà il dovuto conto).

"O Mast fa e' fierr e e fierr fanno o' mast", il murales nei pressi di salita Pontecorvo nei pressi di piazza Dante, traversa via Toledo

La street art contro il degrado urbano

Il murales di salita Pontecorvo si trova in una traversa di via Toledo nei pressi di piazza Dante nel centro storico di Napoli,

Non conosco l’autore – cerco sul web ma non l’ho trovo – ma, chiunque esso sia, a lui il merito di creare un’opera di street art che colora una zona altrimenti grigia.

Un murales che riprende i detti della saggezza popolare.

Che ci ricorda la cassetta dei ferri conservata in casa con la quale, prima o poi, ognuno di noi si deve cimentare.
E poi, in caso di complicazioni, affidarsi all’esperienza del masto.

"O Mast fa e' fierr e e fierr fanno o' mast", il murales nei pressi di salita Pontecorvo nei pressi di piazza Dante, traversa via Toledo


Restiamo in contatto: ricevi la newsletter

Marek Hamsik, la forza del murales di Quarto [FOTO]

Marek Hamsik, a Quarto il murales di Jorit

“Noi che non verremo sconfitti solo perché continuiamo a lottare”

Il murales di Marek Hamsik ricopre l’intera facciata della scuola Viviani di Quarto, a pochi chilometri da Napoli.

Il ritratto del Capitano riporta il paese della zona flegrea alla ribalta mediatica.
Merito dello street artist Jorit, già autore del giovane San Gennaro a Forcella.

Osservo compiaciuto l’opera: doppio risultato raggiunto.
Perché il nostro Marekiaro merita il riconoscimento – come uomo e come sportivo.
E grazie a questo mastodontico murales, l’edificio assume un significato speciale.

Potenza dell’arte, potenza della bellezza, capace di fermare il degrado urbano (e morale).

Quarto, il murales di Marek Hamsik disegnato da Jorit

Hamsik, esempio per le nuove generazioni

Osservo i giovani seduti sulle panchine, nell’ampio spazio antistante il murales.

La posizione dell’opera è ottimale: lungo la facciata della scuola, nel luogo di ritrovo dei giovani.

Lo sguardo magnetico del Campione per stimolare le nuove generazioni.
La grinta dell’atleta da esempio per i piccoli studenti della Viviani.

Un murales per contrastare l’apatia, Hamisk contro i «mostri».
Mi piace!
Forza Capitano, siamo tutti con te 🙂

Quarto, il murales di Marek Hamsik disegnato da Jorit


Ti è piaciuto questo post? Ricevi la newsletter

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén

Translate »