faCCebook.eu - blog di denuncia: il mostro del giorno
Il mostro di Mercoledì 01 Settembre 2010
«Papà, Quagliarella dove sta?»
 
 
Perchè questo mostro è stato proposto?

E' la domanda che mi ha posto il mio pargoletto di 3anni mentre giocavamo a calcio domenica guardando Fiorentina Napoli. Il nostro campo è il salotto e mentre mi fa gol e si tuffa per parare mi chiede: 'Papà, ora io chi sono?'. Ed io rispondo 'Hamsik, De Sanctis, Pocho Lavezzi ...' e così mio figlio ha imparato i nomi dei giocatori della nostra squadra del cuore. Domenica sera Paoletto voleva essere Quagliarella, ma gli ho dovuto spiegare che il nostro campione non gioca più nel Napoli ...


Monster's Blog
Scritto da webmonster il 01/09/10
 

“Papà, dove è andato Quagliarella?”. E’ la domanda che, con la sua voce ingenua e soave, mi ha posto Paoletto, il mio angioletto di tre anni, domenica sera mentre guardavamo insieme Fiorentina - Napoli.
Evidentemente aveva ascoltato le mie invettive e ragionamenti dei giorni passati, si sa i bimbi anche quando non vedono e non sentono memorizzano comunque tutto.
Allora, signor Fabio Quagliarella, cosa devo rispondere a mio figlio?

 

 

Credevo che il calcio fosse ancora un gioco, speravo che in questo mondo cinico almeno lo sport conservasse una briciola di romanticismo, mi illudevo che la mia squadra del cuore, il Napoli, non fosse composto da un gruppo di mercenari pronti a cambiare maglia solo per guadagnare qualche spicciolo in più, sognavo che i miei giocatori avessero scolpito nel loro DNA la fedeltà ai colori partenopei ed invece in meno di 48 ore tutte queste utopie sono state cancellate dal tuo tradimento.
Sig. Fabio Quagliarella, tu eri il nostro Masaniello napoletano, il capo-popolo che in campo suonavi la riscossa entusiasmando i tifosi azzurri con i tuoi colpi geniali, eri il nostro pazzo attaccante che con la palla al piede provavi (e trovavi) traiettorie impossibili per i giocatori normali ma non certo per te.

Sig. Fabio Quagliarella con il tuo trasferimento alla Juventus hai reso il Napoli simile all’Inter che considero un’agglomerato di undici solisti che giocano per una propria motivazione personale. Una squadra di calcio è qualcosa di diverso, è un team unito da una amalgama sentimentale, da una forza comune che viene anche dall’amore verso la propria terra, da una passione inspiegabile, dal sudore dei giocatori in campo, dall’attaccamento dei calciatori verso la propria maglia.

Sig. Fabio Quagliarella, leggo che non andavi d’accordo con l’allenatore ed alcuni giocatori.
Ed allora? Forse un matrimonio termina non appena c’è un’incomprensione oppure un litigio?
Qualunque fosse la ragione che ti ha portato a Torino per me resta una motivazione non valida.
Le incomprensioni vanno affrontate e superate, così funzionano le famiglie ed i matrimoni migliorano proprio per aver raggiunto la pace dopo un litigio.

Sig. Fabio Quagliarella, magari vincerai pure lo scudetto e segnerai tanti gol con la tua nuova squadra, ma ti chiedo: questi successi avranno lo stesso sapore di quando giocavi nel Napoli?
Lo so che appena terminata la partita della Juventus giunto negli spogliatoi, ti informerai subito del risultato degli azzurri, con la testa sarai pure a Torino ma col cuore resterai sempre a Napoli e tu ne sei conscio.

Allora, sig. Fabio Quagliarella, cosa devo dire a Paoletto e ad i bimbi napoletani che tutti i giorni trasformano ogni piccolo spazio a loro disposizione in un campo di calcio e, con ancora addosso la tua maglia azzurra numero 27, sognano di diventare un giorno un calciatore del Napoli?

 
[1348 letture]
 
 
Mostri categoria Sport  Tutti i mostri di Settembre
 Vedi tutti i mostri simili  Raccomanda questo mostro
 Segnala abuso  Persone on-line: 38
 

Il mostro di ieri
(31 Agosto)

 

Il mostro di domani
(02 Settem)

 
 
Share |
 
 
 
Bacheca (4 commenti)
 
16:37

nel frattempo al Lotto sulla ruota di Napoli è uscito l'ambo di Quagliarella: 27 (la sua maglia) e 71 (l'uomo di "niente")

 
15:47

no,ragazzi ma fate sul serio? ma vi rendete conto dell'attenzione sproporzionata che state dando ad una questione di lavoro. Quagliarella ha semplicemente trovato un'opportunità di lavoro più vantaggiosa mentre voi non so se siete davvero dei sognatori o se per voi il calcio è sempre quello delle partite in cortile ai tempi della scuola.....

 
08:07

Il calcio è fatto di vendite e cessioni, le squadre devono tener conto dei bilanci. Al Napoli sono arrivati Cavani e Lucarelli, poi c'è Hamsik, mi sa che Quagliarella era di troppo! Certo, forse meglio degli altri, ma probabilmente la scelta non è stata sua, ma della società e dell'allenatore. Comunque W il calcio sano e senza debiti inutili. Non tutti possono permettersi panchine lunghissime e inutili.

 
07:03

.... e pensare che prima del match di Europa League, contro l’Elfsborg. Quagliarella aveva dichiarato: "Come potrei andare via? Ho sognato per una vita questa maglia". Complimenti alla coerenza

 
 
 
Mostri simili
 
  • 24 Maggio 2013: Serata parigina, très bien: sogni di una notte di mezza estate
    Commenti: 0
     
  • 19 Aprile 2013: Io, razzista per un istante?
    Commenti: 0
     
  • 15 Marzo 2013: Habemus Papam: i dubbi di un lettore
    Commenti: 2
     
  • 03 Marzo 2013: Totti, il papà campione
    Commenti: 0
     
  • 20 Febbraio 2013: I bisogni dei cani infestano i marciapiedi? Colpa del «padrone incivile»
    Commenti: 1
     
  • 14 Febbraio 2013: San Valentino? Festa inutile: la «bellezza» dell’amore è altrove
    Commenti: 0
     
  • 11 Febbraio 2013: Le dimissioni del Papa? Attendo per capire ...
    Commenti: 0
     
  • 03 Febbraio 2013: Balotelli al Milan: la verità sull'inchiesta (archiviata)
    Commenti: 0
     
  • 29 Gennaio 2013: Il Bene ed il Male, la risposta in una favola indiana
    Commenti: 0
     
  • 14 Gennaio 2013: Costa Concordia un anno dopo: cosa è cambiato sulle navi da crociera?
    Commenti: 0
     
  • 03 Gennaio 2013: MetroNapoli, viaggio nelle stazioni-museo
    Commenti: 0
     
  • 21 Dicembre 2012: Come respingere la tempesta di messaggini natalizi?
    Commenti: 0
     
  • 27 Ottobre 2012: Giampiero Amandola, il giornalista razzista? No, solo un «mostro» spassoso
    Commenti: 0
     
  • 28 Settembre 2012: L'autunno che non c'è ed il pentimento che non ti aspetti (nonostante la crisi)
    Commenti: 0
     
  • 23 Settembre 2012: Cellino e lo stadio che non c'è
    Commenti: 0
     
  • 13 Settembre 2012: Rapporto Stato-mafia: perchè Napolitano non racconta la sua verità?
    Commenti: 0
     
  • 04 Settembre 2012: Playstation, la moderna baby-sitter
    Commenti: 0
     
  • 02 Agosto 2012: [Vita d'ufficio] Il collega va in vacanza ed li monitor resta (acceso) in città
    Commenti: 0
     
  • 29 Luglio 2012: [PROTESTA CALCIO NAPOLI] Ed ora offuschiamoci tutti!
    Commenti: 0
     
  • 16 Luglio 2012: I mostri d’estate
    Commenti: 0
     
 

Parole più frequenti

acceso contro Litigare
rifiuti Politica cosa
MOSTRI Fuochi partire
2010 ufficio prima
lavoro mostro tutti
TELEVISIONE quest Terra
oggi quattro chiuso
indiana stretto Italia
due mia Vita
giorno Antonio Napoli
Beni BLOG NATALE
Perchè fotografico Berlusconi
spendere Scampia parole
calcio economici Mondo

Newsletter Collabora Contatti FAQ Diario di bordo 
Seguici
Mario Monfrecola
webmonster
 

 



Risoluzione ottimale: 1152x864 Sito pensato, ideato e realizzato da Mario Monfrecola.
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest © 2005 by me.
PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.11 Secondi